“Ho seri problemi mentali”: la confessione del giovane attore stupisce i fan

Una confessione a cuore aperto da parte dell’apprezzato giovane attore, protagonista soprattutto di diversi film di successo

Il prezzo del successo spesso non è positivo e gratificante come potrebbe sembrare. Fama, ricchezza, appeal. Ma anche tante turbe psicologiche che possono fuoriuscire per gestire il proprio personaggio pubblico.

disturbo
Disturbi mentali sempre più frequenti (Pixabay)

Molti attori o personaggi celebri del mondo dello spettacolo hanno accusato nella loro vita privata disturbi importanti. A volte anche aggressivi, forse proprio per non riuscire a gestire con serenità la fama accumulata.

È il caso di un giovane ed apprezzato attore, protagonista di diversi successi cinematografici negli ultimi anni. Stiamo parlando di Ezra Miller, un volto molto noto per quanto riguarda i film dedicati al pubblico giovane ed adolescente.

Ezra Miller ed i problemi psicologici: la confessione dell’attore di Noi siamo infinito

Ezra Miller è un interprete statunitense, che ha da poco compiuto 30 anni. La sua fama si deve alla partecipazione in diverse pellicole, come Noi siamo infinito in cui interpreta un adolescente omosessuale dal carattere spigliato e sarcastico, una sorta di Peter Pan dei giorni nostri.

ezra miller
L’attore Ezra Miller (instagram)

Miller da poco ha confessato di soffrire di seri problemi mentali e di dover ricorrere ad un ricovero: “Avendo recentemente attraversato un periodo di intensa crisi, ora capisco che sto soffrendo di complessi problemi di salute mentale e ho iniziato il trattamento in corso. Voglio scusarmi con tutti per avervi allarmati e sconvolti con il mio passato”.

I fan sono basiti dalla decisione, ma effettivamente le cronache recenti confermano come Ezra Miller abbia attraversato periodi di crisi psicologica enormi. Basti pensare che l’attore è stato arrestato due volte in pochi giorni nelle Hawaii per disturbo della quiete pubblica e per molestie.

In passato tentò di strangolare una donna islandese, presumibilmente sua fan. Oppure quando minacciò una famiglia del Massachussets e diede palesemente fastidio ad un bambino di 12 anni con atteggiamenti ossessivo-compulsivi.

Insomma, problemi seri da affrontare con specialisti per Miller. L’attore potrebbe dunque allontanarsi per un periodo dalle scene, dopo aver interpretato l’eroe Flash nei recenti film della DC Comics, come Justice League, Batman v Superman e Suicide Squad.