Poste Italiane, attenti a cascarci: vi possono portare via tutto

C’è un nuovo tentativo di truffa in corso che mira a svuotare i conti correnti dei clienti di Poste Italiane. Ecco di cosa si tratta ed i semplici accorgimenti che si possono intraprendere per mettersi in sicurezza.

Le Poste Italiane sono una delle istituzioni finanziarie più radicate nel territorio. Nate circa 160 anni fa, hanno circa 121.000 dipendenti e quasi 600 miliardi di attività finanziarie. La rete di circa 12.800 uffici postali fa sì che le Poste Italiane siano radicate profondamente in tutto il territorio italiano.

Poste Italiane è spesso presa di mira per gli attacchi di phishing e smishing: ecco come difendersi dall'ultima truffa (foto ANSA - ISABELLA BONOTTO).
Poste Italiane è spesso presa di mira per gli attacchi di phishing e smishing: ecco come difendersi dall’ultima truffa (foto ANSA – ISABELLA BONOTTO).

Le Poste Italiane oggi vantano 35 milioni di clienti, ovvero più della metà degli italiani. Forse anche per questo motivo l’azienda è molto frequentemente vittima di attacchi di phishing studiati nei minimi dettagli. Nel 2014, in soli tre mesi, Corriere Comunicazioni contò oltre 45.000 attacchi ai danni dei clienti di Poste Italiane.

Poste Italiane, cos’è lo smishing: attenti alla truffa

Gli attacchi ai clienti delle istituzioni finanziarie di solito si intensificano in concomitanza con i giorni festivi o i periodi in cui gli italiani vanno in vacanza. Per questo motivo, nelle vicinanze di Ferragosto bisogna diventare ancora più vigili rispetto alle comunicazioni e le telefonate che si ricevono sui propri dispositivi.

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Roma, al Centro Congressi “La nuvola”, in occasione dell'evento celebrativo del 160° anniversario della fondazione di Poste Italiane (foto di Francesco Ammendola - Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica).
Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Roma, al Centro Congressi “La nuvola”, in occasione dell’evento celebrativo del 160° anniversario della fondazione di Poste Italiane
(foto di Francesco Ammendola – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica).

Secondo quanto riferisce tecnoandroid.it, sembrerebbe che sia partito un nuovo attacco di phishing via SMS, che viene quindi chiamato smishing. I clienti di ricevono appunto un SMS che li invita a cliccare su un link. La pagina web che aprirebbero le persone che cadono nella truffa ha la stessa grafica di Poste Italiane, ma si tratta di un falso.

Come mettersi in sicurezza dagli attacchi di phishing e smishing

Bisogna fare molta attenzione ai link su cui si clicca, anche perchè questo potrebbe portare a scaricare involontariamente un virus sul dispositivo che si sta utilizzando. Nei casi più gravi, dopo aver cliccato sul link potrebbe essere scaricato ed avviato un software che blocca il proprio cellulare o computer. Subito dopo, arriva la richiesta di riscatto.

Roberto Pugliesi, esperto di educazione finanziaria, durante l'evento ''Pillole di Educazione Finanziaria'', promosso da Poste Italiane presso l'ufficio postale di Roma Ostiense, Roma 16 maggio 2019 (foto ANSA/FABIO FRUSTACI).
Roberto Pugliesi, esperto di educazione finanziaria, durante l’evento ”Pillole di Educazione Finanziaria”, promosso da Poste Italiane presso l’ufficio postale di Roma Ostiense, Roma 16 maggio 2019 (foto ANSA/FABIO FRUSTACI).

Per evitare di cadere in una delle trappole del phishing o dello smishing, basta seguire delle semplici regole. Non bisogna mai cliccare sui link che compaiono negli SMS o nelle e-mail. Bisogna inoltre controllare sempre il mittente del messaggio. Prima di fare qualsiasi cosa, chiamare subito l’assistenza clienti per verificare la veridicità del messaggio.

Questo è un esempio dei tentativi di truffa ai danni dei clienti di Poste Italiane che si stanno verificando in questi giorni:

Poste Italiane, ecco un tentativo di truffa che hanno subito i clienti. Non bisogna mai cliccare sul link: in caso di dubbio, chiamare subito l'assistenza clienti.
Poste Italiane, ecco un tentativo di truffa che hanno subito i clienti. Non bisogna mai cliccare sul link: in caso di dubbio, chiamare subito l’assistenza clienti.

Per vedere la spiegazione di Poste Italiane su cosa sia un tentativo di truffa sul web, clicca qui.