La Regina Elisabetta in lacrime: altra perdita dolorosa per la sovrana

Lutto in casa Windsor. La regina Elisabetta II ha perso un’altra figura di riferimento che le era particolarmente legata

Momento davvero difficile e particolarmente doloroso per la Regina Elisabetta II. La longeva e ormai storica sovrana d’Inghilterra sta purtroppo avendo a che fare con diverse perdite e lutti strazianti.

elisabetta
La regina Elisabetta II in lutto (Websource)

Dopo la morte dell’amato consorte, il principe Filippo, la regina Elisabetta ha dato anche l’addio a Ann Fortune FitzRoy, duchessa di Grafton, sua dama di compagnia dal 1967. Ma purtroppo i dolori non sono finiti qui.

Elisabetta II ha appurato da pochi giorni anche la morte di un’altra donna che le è stata accanto per moltissimi anni. Una sorta di fedele consigliera e di spalla durante tutti questi anni di regno.

Addio a Lady Butter, una delle più strette confidenti di Elisabetta II

Di qualche giorno fa la notizia della scomparsa di Lady Myra Butter. Un nome che forse il pubblico internazionale non reputa noto o conosciuto, ma si tratta di una delle più strette amiche e consigliere della Regina Elisabetta.

Queen Elizabeth non ha avuto durante la sua vita da sovrana moltissime amicizie sincere, bensì ha intrattenuto per lo più relazioni istituzionali o familiari. Ma Lady Butter è stata una delle poche ‘spalle’ della regina per moltissimi anni.

La donna, scomparsa all’età di 97 anni, era cugina del principe Filippo. Dunque anche imparentata con Elisabetta, ma le due si conoscevano e frequentavano già prima dell’incoronazione della Regina nel 1952.

 

Una vera e propria amica di infanzia, come scrive il Daily Mail. Elisabetta e Lady Myra per anni hanno trascorso tempo libero insieme, con lunghe passeggiate a cavallo e pic-nic, oppure frequentando lezioni di nuoto al Bath Club di Dover Street.

Un personaggio d’altri tempi, ma di grande modernità. Così viene descritta Lady Myra Butter, che difese il cugino Filippo ai tempi del fidanzamento con la futura sovrana Elisabetta da chi lo considerava non all’altezza di sposare la regina d’Inghilterra.

Inoltre, viste le sue radici russe (era pronipote dello zar Nicola I), Lady Butter decise di ideare il il premio letterario Pushkin, con sede in Scozia, che riuniva studenti scozzesi e studenti di San Pietroburgo. Ma ebbe l’ardire di denunciare Putin e la Russia in maniera pubblica dopo la recente invasione dell’Ucraina.