Bari, turiste francesi di 17 e 18 anni violentate: bloccato aggressore

"Mai avremmo voluto che la nostra città lasciasse questo segno tragico", afferma il sindaco di Bari Antonio Decaro.

Lutto Sport
Terrificante lutto nel mondo dello sport (Via Pixabay)

Due turiste francesi sarebbero state aggredite e violentate ieri sera a Bari, in un appartamento nel quartiere Libertà. Una delle due è minorenne. Le due giovani hanno fornito alla polizia la descrizione del presunto aggressore, che è stato identificato e bloccato poco dopo.

L’uomo, 21 anni, è in carcere per duplice violenza sessuale, sequestro di persona, lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale e rapina. Le presunte vittime sono state soccorse dai sanitari del 118 e portate al Policlinico di Bari, dov’è stato attivato il “binario rosa“, cioè la corsia dedicata all’assistenza alle vittime di violenza.

Entrambe, di diciotto e diciassette anni, sono in ospedale hanno ricevuto le consulenze medico-legali e psicologiche. L’indagine è coordinata dalla pm di turno Desirèe Digeronimo, con il procuratore aggiunto Giuseppe Maralfa.

Stando alla ricostruzione delle ragazze, avrebbero conosciuto l’uomo la sera precedente, e che dopo averle costrette a subire atti sessuali, avrebbe permesso loro di uscire dall’abitazione solo dopo essersi fatto consegnare dei contanti.

L’arresto del 21enne

Entrando nello stabile indicato dalle vittime, i poliziotti hanno visto un uomo scappare. L’hanno inseguito e fermato vicino alla chiesa del Redentore e sono riusciti a bloccarlo dopo che ha opposto resistenza. Il ventunenne aveva con sé le chiavi dell’appartamento, al cui interno gli agenti hanno trovato e sequestrato documenti di identità e altri oggetti.

Lo sdegno è tanto e la giustizia farà il suo corso. Noi baresi siamo vicini alle due ragazze e alle loro famiglie e mai avremmo voluto che la nostra città lasciasse questo segno tragico nella loro vita, certi che niente e nessuno potrà risarcirle”, dichiara Antonio Decaro, sindaco di Bari.