“WhatsApp a pagamento”, tremano tutti: cosa sta succedendo

“WhatsApp a pagamento”, tremano tutti: cosa sta succedendo. Un’importante novità che potrebbe modificare l’utilizzo della piattaforma

Il tanto temuto passaggio dell’applicazione più famosa a pagamento è un rischio che potrebbe diventare realtà. Ad essere precisi è un aspetto che già esisteva in passato.

WhatsApp
WhatsApp novità (AnsaFoto)

E’ stata una piacevole abitudine scoprire le app di messaggistica nel corso degli ultimi anni. Un modo per non pagare più sms e altre forme di comunicazione scritta e multimediale, con il solo obbligo di avere una connessione internet funzionante. Sia che si tratti di lavoro che di intrattenimento, WhatsApp la fa da padrone da oltre un lustro. La piattaforma della stessa proprietà di Facebook, ha sbaragliato la concorrenza, sia in termini di popolarità che di completezza tecnica. Quello che quasi tutti temono da tempo è che prima o poi WhatsApp possa diventare a pagamento, togliendo quel grandissimo vantaggio di cui stiamo parlando. In pochi ricordano però, in realtà, che in passato per usufruire del suoi servizi, WA aveva bisogno dell’esborso di una piccola ma significativa cifra. Chi voleva connettersi all’applicazione doveva pagare 89 centesimi di euro. 

Al termine del primo anno gratuito, infatti, era necessario sborsare l’esigua somma per poter continuare ad utilizzare la piattaforma di messaggistica. Da diverso tempo questo non esiste più ma potrebbero esserci delle future eccezioni.

“WhatsApp a pagamento”, un messaggio ha sconvolto tutti: può tornare a pagamento

WhatsApp
WhatsApp (Ansafoto)

La notizia riguarda un messaggio che sta girando in Italia in questi giorni, riguardante proprio la chance di rivedere WhatsApp a pagamento. Un ritorno al futuro di almeno 10 anni, con la piccola tassa di ingresso. Nell’approfondire la materia possiamo intanto dire che per ora non rappresenta un’idea concreta da parte degli sviluppatori ma solo una boutade. Moltissimi users hanno manifestato sul web l’ipotesi di pagare qualcosa e questo ha stoppato sul nascere ogni qualsiasi pensiero a riguardo. Non è escluso che in futuro l’argomento possa tornare in ballo, ma nell’attualità non se ne parla nemmeno.

Qualora doveste imbattervi in avvisi del genere, ricordate che si tratta solo di fake e che non c’è nulla da temere. Ma come monito per quello che potrà succedere tra qualche anno non smettiamo mai di lamentarci di questa folle eventualità.