Vaiolo delle scimmie, primo caso a Livorno. Le regole del Ministero della Sanità

L'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma ha annunciato di essere pronto a cominciare le vaccinazioni.

Vaiolo delle scimmie - Foto di Ansa Foto
Vaiolo delle scimmie – Foto di Ansa Foto

In Italia ad oggi il vaiolo delle scimmie non desta preoccupazione. Sono 505 i casi segnalati fino ad oggi. Tra questi, 501 riguardano gli uomini e solo 4 le donne.

La Regione con più contagi è la Lombardia, che ne conta 232, seguita dal Lazio con 104, l‘Emilia Romagna con 57 casi, Veneto 33, Piemonte 18 e la Toscana 17. L’ultimo caso registrato è a Livorno. Un giovane uomo è ricoverato a malattie infettive, come spiega l’Asl Toscana Nord Ovest. “Le sue condizioni sono stabili ed è sottoposto ad un monitoraggio costante e, al momento, non ci sono elementi di particolare allarme”. La positività, spiega l’Asl, è stata diagnosticata sui campioni inviati al laboratorio dell’Azienda ospedaliera universitaria pisana.

La circolare del Ministero della Salute

Il Ministero della Salute ha emanato una circolare che dà la possibilità ai contatti stretti di stare in quarantena: “I contatti stretti devono essere identificati il prima possibile e informati della loro esposizione e del rischio di sviluppare l’infezione”. I contatti con esposizioni a basso rischio, spiega il Ministero, possono adottare “la sorveglianza passiva”, autocontrollandosi e informando il medico di famiglia.

Gli asintomatici possono continuare le attività quotidiane. L’Ema sta continuando l’esame per l’uso del vaccino contro questo virus. Secondo quanto si apprende dalla Regione Lazio, prevede una prima dose e un richiamo da somministrare dopo un intervallo di due o tre mesi.

Spallanzani: “Siamo pronti a cominciare le vaccinazioni”

L’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma ha annunciato di essere pronto a cominciare le vaccinazioni. “Lo Spallanzani ha offerto la propria disponibilità ad essere centro regionale di riferimento per la vaccinazione per il Monkeypox”, dichiara il direttore generale dello Spallanzani Francesco Vaia. “Abbiamo offerto inoltre, la nostra expertise, anche col contributo delle associazioni, per una corretta campagna di informazione. Attendiamo le linee guida ministeriali alle quali stiamo attivamente collaborando”. Sarà ora il Ministero della Salute a dare le linee guida riguardanti le modalità di reclutamento.

Vaiolo delle scimmie: i casi in Europa

L’ultimo bilancio europeo di una settimana fa segnala circa 13mila casi diffusi in 32 Paesi. La situazione preoccupa soprattutto gli Stati Uniti d’America per l’aumento dei casi soprattutto in California e nello Stato di New York, che hanno dichiarato l’emergenza sanitaria.  Secondo il sindaco di New York, le persone a rischio contagio sono 150mila.