Guerra in Ucraina: la nave con grano arriverà oggi a Istanbul. Zelensky: “Presto per trarre conclusioni”

L'Ucraina ha aperto 1.451 procedimenti penali per indagini sui crimini contro i bambini. Le indagini di Kiev proseguono anche su 752 casi di tradimento e collaborazione con il nemico.

Guerra in Ucraina - Foto di Ansa Foto
Guerra in Ucraina – Foto di Ansa Foto

La nave Razoni, partita ieri da Odessa contenente i cereali ucraini, arriverà a Istanbul intorno a mezzanotte ora locale. Lo ha reso noto il ministero della Difesa turco con un comunicato, spiegando che l’imbarcazione sarà ispezionata da delegati di Turchia, Ucraina, Russia e Onu. In seguito, la nave continuerà il suo viaggio verso Tripoli, in Libano.

Zelensky: “Primo segnale positivo ma non dobbiamo illuderci”

La partenza della nave, secondo il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, “è un primo segnale positivo, ma non bisogna farsi illusioni”. Si tratta di “un primo segnale positivo che indica che c’è una possibilità di fermare lo sviluppo di una crisi alimentare mondiale”, ma “è troppo presto per trarre ogni conclusione e prevedere eventi. Ma il porto ha iniziato a funzionare, il traffico di esportazione è iniziato e questo può essere definito un primo segnale positivo della possibilità di fermare la diffusione della crisi mondiale nel mondo”. 

Secondo Zelensky, “attualmente tutto dipende dall’attuazione dei parametri di sicurezza dell’iniziativa, che è responsabilità dei partner, in primo luogo le Nazioni Unite e la Turchia. Non possiamo illuderci che la Russia si astenga semplicemente dal cercare di ostacolare le esportazioni ucraine”. 

Le indagini sui crimini contro i bambini

L’Ucraina ha aperto 1.451 procedimenti penali per indagini sui crimini contro i bambini. Il viceprocuratore generale Ihor Mustetsa ha affermato che ci sono almeno 668 procedimenti aperti che riguardano violenze contro i bambini, tra cui lesioni, omicidi e violenza sessuale. 777 casi riguardano attacchi a strutture che coinvolgono bambini, mentre altri riguardano il movimento forzato dei giovani ucraini. A dare la notizia è il Kyiv Independent.

Guerra in Ucraina: i fascicoli aperti per tradimento e collaborazione con Mosca

Ma le indagini di Kiev proseguono anche su 752 casi di tradimento e collaborazione con il nemico. Lo ha reso noto l’intelligence, che spiega che il maggior numero dei documenti è stato registrato nelle regioni di Luhansk, Donetsk, Zaporizhzhia e Kherson. “Il lavoro di individuare i traditori durante la guerra è una questione di sicurezza del nostro Stato”, si legge in una nota dell’ufficio del procuratore generale ucraino.