Sospiro di sollievo per gli italiani: così si ottiene lo sconto sulle bollette di luce e gas

C’è una possibilità importante per ottenere uno sconto consistente sulle bollette di luce e gas che stanno mettendo in difficoltà tutti

In questo periodo storico le famiglie ed i cittadini italiani sono letteralmente sotto scacco. Colpa dell’inflazione e del rincaro dei prezzi sui beni di consumo, che sta mettendo in ginocchio la nostra economia.

bollette
Bollette luce e gas (websource)

Tra le tasse maggiormente cresciute nel 2022 spiccano le bollette sull’energia, ovvero per luce e gas. Ogni famiglia ha dovuto appurare un aumento clamoroso delle spese per queste voci, costrette a spendere cifre esose per l’energia.

C’è però una buona notizia che può fare contenti gli italiani. O quanto meno alcuni di essi, visto che esiste un modo per poter ottenere un importante sconto sulle bollette appena citate. Ma servono credenziali ben specifiche.

Sconto sulle bollette di luce e gas grazie alla legge 104: come richiederlo

Lo sconto di cui parliamo riguarda soltanto coloro che sono titolari della legge 104 o ai familiari di essi. Vale a dire i cittadini che hanno qualsiasi forma di disabilità riconosciuta ed i conviventi di questi ultimi.

Il Governo da diversi anni viene incontro a coloro che hanno handicap fisici o mentali e dunque sono tutelati dalla legge 104. Oltre all’erogazione di un vero e proprio stipendio mensile, sono anche esentati da diverse tassazioni, come ad esempio il bollo auto.

Per quanto riguarda le bollette di luce e gas c’è una soluzione. I titolari della 104 ed i loro familiari possono richiedere ed ottenere lo sconto, evitando così di spendere cifre folli e sopra la media per l’energia. L’Arera ha pubblicato la comunicazione: “Tutti i clienti domestici affetti da grave malattia o i clienti domestici con fornitura elettrica presso i quali viva un soggetto affetto da grave malattia, che richiede l’utilizzo di apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita”.

Ma come si fa? I soggetti interessati devono provvedere ad inviare la suddetta richiesta presso il Comune di residenza o rivolgendosi ad un Caf. Proprio qui gli addetti ai lavori forniranno maggiori informazioni in merito alla documentazione da presentare.

Certamente verrà richiesto un certificato Asl che attesti lo stato di salute del familiare disabile. Così anche un documento di identità ed il codice fiscale del soggetto richiedente, oltre al codice Pod per la luce e PDR per il gas che, ricordiamo, identificano il punto di consegna dell’energia.