Barbara D’Urso in lacrime: “È una ferita che non deve rimarginarsi”

Barbara D’Urso in lacrime per una delle sue storiche battaglie. Anche durante le vacanze la conduttrice Mediaset ha voluto riportare all’attenzione un avvenimento molto importante della storia recente dell’Italia.

Barbara D’Urso in questi primi giorni di agosto si sta godendo le sue meritate vacanze. La lontananza dalla televisione, però, non le impedisce di portare avanti le sue passioni e le battaglie che l’hanno contraddistinta nel corso degli anni. La conduttrice, infatti, si diletta spesso con alcuni brevi video in cui spiega alcune ricette sfiziose dell’amica Angelica.

Pomeriggio Cinque, Barbara D'Urso in lacrime durante la trasmissione (foto © Mediaset).
Pomeriggio Cinque, Barbara D’Urso in lacrime durante la trasmissione (foto © Mediaset).

Se ad Instagram Barbara D’Urso affida di solito i suoi pensieri più frivoli, oltre alle foto che fanno pensare ad un suo debutto ufficiale come influencer, su Twitter spesso la conduttrice ha continuato a portare avanti le sue battaglie civili, come ad esempio quelle sui diritti delle coppie omosessuali ed alcuni importanti avvenimenti della storia italiana.

Barbara D’Urso in lacrime: “Il tempo si è fermato lì”

Il 2 agosto Barbara D’Urso ha voluto ricordare cosa è successo ormai quarantadue anni fa, segnando una pagina nera della storia italiana. Su Twitter ha scritto: “Il 2 agosto 1980 il tempo si è fermato alla stazione di Bologna. E non solo lì. È una ferita che non si rimargina e che non deve rimarginarsi“.

Barbara D'Urso ama provocare i suoi ammiratori su Instagram: ecco una delle foto che la ritraggono in vacanza.
Barbara D’Urso ama provocare i suoi ammiratori su Instagram: ecco una delle foto che la ritraggono in vacanza.

Il messaggio condiviso da Barbara D’Urso ha subito trovato il favore di gran parte degli utenti di Twitter, soprattutto le persone più mature. In molti hanno dato ragione alla conduttrice, concordando che davvero il tempo si sia fermato quel 2 agosto 1980. È evidente che la D’Urso voglia chiedere con questo post di fare luce su quanto accaduto.

Perchè la Strage di Bologna è una ferita aperta per la conduttrice

Alle ore 10:25 del 2 agosto 1980, un ordigno a tempo esplose nella sala di aspetto della Stazione Centrale di Bologna. La tragedia avvenne in pieno giorno e durante il periodo estivo, quando era gremita di turisti che transitavano in attesa dei treni. Oltre a questi, ci sono altri dettagli che confermano l’intenzione di provocare una carneficina.

L’ordigno di fabbricazione militare fu sistemato sotto il muro portante dell’ala ovest, al chiaro scopo di aumentarne l’effetto. La strage, avvenuta durante il periodo della strategia della tensione, fu soggetta a numerosi depistaggi, come spiegato non solo da Cossiga. Forse anche per questo Barbara D’Urso chiede che si trovino finalmente i colpevoli.

Ecco il tweet di Barbara D’Urso: