Don Matteo, addio improvviso: lutto che segna il mondo dello spettacolo

Un lutto improvviso senza che nessuno sospettasse di nulla: morto uno dei volti della fiction Rai Don Matteo 

Non solo in Rai con Don Matteo, l’attore ha una lunga lista di fiction, film ed opere teatrali cui ha preso parte: la sua scomparsa è un vero dramma per il mondo dello spettacolo. Telespettatori basiti di fronte la notizia.

Don Matteo lutto
(@Facebook)

A 74 anni si è spento Roberto Nobile, noto attore che ha preso parte alla puntata 10 della terza stagione di Don Matteo, nel 2002. Un piccolo cameo per lui che conta una lista pressoché infinita di partecipazioni a serie, film ed opere teatrali. Nato a Ragusa, ma romano d’adozione, Nobile è noto soprattutto per il suo ruolo di Nicolò Zito, il giornalista di Retelibera, complice e consigliere di Luca Zingaretti in tante indagini de Il commissario Montalbano.

Per ben 20 anni, dal 1999 al 2019, Roberto Nobile è stato in TV nella fiction cult di Rai Uno che ha raccolto tanti telespettatori negli anni, gli stessi che ad oggi piangono la sua tragica scomparsa.

Roberto Nobile è morto improvvisamente: dolore per il mondo dello spettacolo

Roberto Nobile
(@ANSA)

Con la sua professionalità ed eleganza, Roberto Nobile ha lasciato un grandissimo ricordo nel cuore di chi l’ha effettivamente conosciuto, a telecamere accese o spente che fosse. Soltanto tre giorni fa ha preso parte ad un evento, com’è scritto su Facebook, in cui è stato molto “alla mano”, ma il malore improvviso l’ha portato via.

A confermarlo anche sua nipote Ester che sui social scrive: “Purtroppo la notizia non è falsa: mio zio Roberto Nobile non è più tra noi. Non mi piace fare annunci di questo tipo, ma faccio un’eccezione perché so che ispirazione è stata la sua vita per tutta la sua adorata città natale, Ragusa. […] Tuttavia non ha mai deciso di intraprendere questa carriera per la gloria di apparire e svettare sugli altri. Il suo era invece un amore puro, illimitato, per l’arte in sé e per le storie, non importa se queste fossero in forma di romanzo o di film.
Lui ha sempre cercato quella scintilla che accende la fiamma dell’ispirazione e della fantasia. Il coraggio che ha avuto per perseguire questa ricerca infinita è l’eredità più grande che lascia a tutti noi, assieme all’amore e all’amicizia che non ha mai lesinato a nessuno”.