Sport italiano in lutto, è morto un allenatore leggendario: tifosi in lacrime

Sport italiano in lutto, è morto un allenatore leggendario: tifosi in lacrime. Come tecnico e come telecronista è stata apprezzato ovunque

In punta di piedi, come su era fatto apprezzare da allenatore prima e da commentatore tecnico in tv poi. Così se ne è andato a soli 70 anni Franco Casalini, tecnico che ha scritto alcune delle pagine leggendarie in casa dell’Olimpia Milano.

Sport italiano in lutto (ANSA)

Da storico vice di Dan Peterson con le ‘Scarpette Rosse’ era entrato nel mondo del basket che conta imparando tutto quello che gli poteva servire. E poi era stato buttato nella mischia, vincendo in una sola stagione Coppa Campioni, Coppa Intercontinentale e campionato italiano.

In pochi forse all’epoca scommettevano su fi lui, anche se Miano (sponsorizzata Tracer) era ancora una squadra leggendaria. C’erano ancora Dino Meneghin e Mike D’Antoni, un grandissimo Bob McAdoo, Riccardo Pittis e Vittorio Gallinari, il padre di Danilo che oggi gioca nella NBA. Con loros vinse subito la Coppa Intercontinentale nell’87, poi la Coppa dei Campioni (quella che oggi si chiama Euroleague) l’anno successivo e quindi il campionato italiano nell’89, in finale contro Livorno.

Sport italiano in lutto, è morto un allenatore leggendario: aveva reso grande Milano

Franco Casalini, morto probabilmente per un infarto come spiega Sportmediaset, aveva cominciato a 25 anni come assistente accanto a Pippo Faina, poi nel 1978 era stato al fianco di Dan Peterson. E Milano è stata la sua casa per 18 anni. “Sono stati gli anni decisivi della mia vita – aveva detto al sito ufficiale dell’Eurolega – e senza quei 18 anni non sarei la stessa persone, per me l’Olimpia non è la mia casa, è la mia vita”.

Nel 1991/92 era passato alla Filanto Forlì restando solo solo undici giornate prima di allenare la Virtus Roma portandola in finale di Coppa Korac. Parallelamente però cominciò anche la  carriera di commentatore per quella che allora si chiamava Tele+.
Nel 1996 diventò scout per la Fortitudo Bologna, ruolo poi ricoperto anche a Milano. L’ultima esperienza italiana come allenatore nella stagione 1997/98 alla Stefanel Milano:
Ma ha anche allenato il SAV Vacallo Basket, nel campionato svizzero.

Nel 2003 è tornato torna in veste di commentatore tecnico, questa volta per Sky Sport e poi ha lavorato anche ad Eurosport. Dal 2011 era diventato direttore dei contenuti del sito Euroleague.tv e ora lo sport lo piange.