Ultima ora, canone TV abolito: addio alla tassa da pagare

Finalmente tornano a gioire per l’abolizione del canone TV: una tassa in meno da pagare per tutti coloro che usufruiscono del servizio

Una seccatura che a molti pesa e che arriva di anno in anno in bolletta, adesso c’è la svolta e non sarà più necessario pagarla. L’abolizione fa da apripista per tanti altri Paesi che prevedono il pagamento della tassa.

Canone TV
(@Pixabay)

Negli ultimi giorni la Repubblica di Emmanuel Macron sta dando i suoi frutti e rivoluzionando vari aspetti della Francia. È proprio tra le novità dei prossimi anni che compare l’abolizione del canone TV che, invece, in Italia è sempre attivo ed arriva tramite bolletta. Ad introdurre questa novità è stata la Ministra della Cultura francese, Rima Abdul Malak, che ha ritenuto fosse una decisione necessaria perché la tassa era considerata “obsoleta e inadatta”.

Una scelta fondamentale in un periodo particolare vittima dell’inflazione che con i soldi risparmiati che aumenteranno il potere d’acquisto della popolazione francese. Soltanto nei scorsi giorni, è stata annunciata anche la volontà di rilevare dati Auditel -Médiamétrie in Francia- circa le piattaforme di streaming, passo decisivo visto il progredire delle possibilità di vedere la TV anche in rete.

Canone TV, la Francia l’abolisce: possibilità anche in Italia?

tv
Telecomando e TV (foto Pixabay)

Al momento pensare all’abolizione del Canone TV anche in Italia sembra alquanto improbabile, anche perché per permettersi questo tipo di manovra, è probabile che la Francia debba pensare all’aumento dell’IVA, questione che ha già causato parecchio malcontento. L’anno scorso, in Italia, c’è stato un tentativo di scindere la bolletta elettrica dal canone, manovra introdotta nel 2016 per evitare l’evasione fiscale.

In Francia il canone TV ammonta a 138 euro per nucleo familiare, guadagno che è andato per anni nelle casse delle emittenti statali di France Télévisions ovvero France 2, France 3, France 4, France 5 nonché Radio France.