Made in Sud, terribile lutto per uno volti più amati: pubblico in lacrime

Sofferto addio per uno dei volti più amati di Made in Sud che ne annuncia la scomparsa sui social: pubblico sconvolto

Lacrime e messaggi di cordoglio, un triste mercoledì per uno dei volti più amati dello show condotto da Lorella Boccia e Clementino. Dopo l’annuncio sui social è seguita una sfilza di commenti di cordoglio.

Made in Sud
(@Facebook)

Quello di Made in Sud è sempre stato un cast molto affiatato di comici pronti a far ridere, ma che nel privato hanno le loro gioie ed i loro dolori. L’ultimo annuncio, in particolare, è stato straziante per tutti, non solo per i comici dell’amato show condotto da Lorella Boccia e Clementino, ma per tutti gli amanti del mondo dello spettacolo.

Soltanto poche ore fa, Maurizio Casagrande ha annunciato sui social la scomparsa del caro padre Antonio che si è spento a 91 anni. Al cordoglio si sono aggiunti i tanti che hanno avuto a che fare con il papà di Maurizio che è stato un pilastro nel mondo del cinema e della TV.

Addio ad Antonio Casagrande, papà di Maurizio: il cordoglio da parte del mondo dello spettacolo

Dopo il post su Facebook di Maurizio Casagrande, a dare un ultimo ricordo si è aggiunto anche Vincenzo Salemme che ha scritto: “Ricordo che da bambino sentivo le donne della famiglia, da mia madre alle mie zie, fare apprezzamenti davvero lusinghieri per ‘questo Casagrande’ il cui cognome, a me bambino, faceva pensare a qualcosa di davvero importante. Poi ho avuto il piacere di conoscerlo personalmente grazie al figlio Maurizio col quale avevo iniziato una collaborazione molto apprezzata dal padre che faceva proprio il tifo per noi. […] Gli ho voluto molto bene e lui me ne ha voluto. Caro Antonio, continuerò a guardarti negli occhi guardando gli occhi di Maurizio. Continuerò a sentirti sentendo il cuore di Maurizio”.

Anche Gianfranco Gallo ha ricordi familiari di Antonio Casagrande e li condivide con i tanti che lo seguono: “[…] Amico di mio padre, venivano dal canto lirico, lui basso, Nunzio baritono. Ci ho lavorato una sola volta in Teatro, erano gli anni ’80. Il ricordo che ho sul palco è di un attore eccezionale, carismatico, mai scontato, tecnica, voce, invenzione, un unico”.