Guerra in Ucraina, nuovi missili su Odessa, ma “l’export del grano riprenderà”

Il Governo ucraino prevede di riprendere le esportazioni di grano "già questa settimana". Ma Mosca ha sferrato un altro attacco missilistico su Odessa questa mattina. 

Export grano dal 27 luglio dal porto di Chornomorsk - Foto di Ansa Foto
Export grano dal 27 luglio dal porto di Chornomorsk – Foto di Ansa Foto

Il ministro ucraino delle Infrastrutture Oleksandr Kubrakov ha annunciato che l’esportazione di grano ucraino riprenderà il 27 luglio dal porto di Chornomorsk, nel Sudest del Paese. Seguiranno i porti di Odessa e Pivdennyi.

Il recente attacco missilistico su Odessa, confermato dal Ministero degli Esteri russo, avvenuto poco dopo l’accordo sul grano che Ucraina e Russia hanno firmato con Onu e Turchia, non avrà alcun impatto sulle esportazioni di grano ucraino. Lo ha assicurato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Mosca: “Attacchi collegati solo alle infrastrutture militati”

Questi attacchi sono collegati esclusivamente alle infrastrutture militari. Non sono in alcun modo legati alle infrastrutture utilizzate per l’esportazione di grano. Ciò non dovrebbe influire – e non influirà – sull’inizio delle spedizioni”, ha assicurato Peskov.

Anche il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato lo stesso durante una visita nella Repubblica del Congo: “Non ci sono ostacoli all’esportazione di grano dai porti ucraino”, ed ha aggiunto che l’accordo firmato “non ci impedisce ci continuare la nostra operazione militare speciale, distruggendo infrastrutture militari e altri obiettivi militari”. 

Il Governo ucraino prevede di riprendere le esportazioni di grano “già questa settimana”. Ma Mosca ha sferrato un altro attacco missilistico su Odessa questa mattina.