Bonus tv, ultimo appello: i consumatori italiani aspettano

Bonus tv, ultimo appello: i consumatori italiani aspettano. Non è ancora finita, c’è un’occasione buona da prendere al volo

C’è ancora tempo e soprattutto ci sono ancora soldi disponibili. Perché la crisi di governo e le nuove elezioni in vista non cancellano le agevolazioni e i sostegni che erano già stati stanziati. Come il bonus tv destinato a tutti i consumatori italiani.

bonus tv
Bonus tv, ultimo appello (PIxabay)

Per il cambio di televisori e decoder in previsione dello switch off definitivo di gennaio 2013 sono ancora a disposizione quasi 53 milioni di euro dei 319 stanziati dallo Stato. Il bonus tv e decoder, riservato a chi dimostra un Isee non superiore ai 20mila euro, equivale a un risparmio concreto sull’acquisto.

L’ultima fase di questo percorso diventerà ufficiale a gennaio 2023, quando verrà adottato lo standard di trasmissione digitale terrestre di seconda generazione, il Dvb-T2. Quindi i cittadini che hanno la necessità di cambiare il televisore odi acquistare un decoder aggiornato per continuare a vedere i loro programmi preferiti hanno ancora tempo per pensarci. Ma da qui al 31 dicembre servirà muoversi.

Bonus tv, ultimo appello: come funziona e cosa devono fare gli italiani

Per permettere a tutti gli italiani costretti a cambiare il televisione o ad installare un decoder per poter vedere i programmi del digitale terrestre sono stati ideati due incentivi fiscali. Il primo è il bonus tv, cioé uno sconto di 30 auro a favore di nuclei familiari con ISEE inferiore 20 mila euro destinato all’acquisto di un televisore di ultima generazione o di un decoder.

Esiste poi anche il bonus rottamazione tv, ossia un incentivo pari al 20% del prezzo d’acquisto del nuovo televisore e fino a un massimo di 100 euro. Qui non è previsto alcun limite ISEE, ma sarà riconosciuto una sola volta per nucleo familiare, a patto che si rottami un vecchio televisore.

Come funziona in Bonus tv (ANSA)

Il bonus tv e rottamazione tv potrà essere richiesto entro il 31 dicembre 2022 o comunque fino al termine dei fondi disponibili. Sono tre i requisiti da rispettare per ottenerlo: pagamento del canone Rai in regola, residenza in Italia e rottamazione corretta di un televisore acquistato prima del 22 dicembre 2018.