Assalto a Capitol Hill, la Commissione d’Inchiesta: Trump “scelse di non agire”

In quelle ore in Congresso Pence venne immediatamente allontanato dal Secret Service: secondo la Commissione gli agenti erano preoccupati che potesse accadere il peggio, al punto che telefonarono le loro famiglie per salutarle. 

Donald Trump, assalto al Campidoglio - Foto di Ansa Foto
Donald Trump, assalto al Campidoglio – Foto di Ansa Foto

Secondo la Commissione d’Inchiesta sull’assalto a Capitol Hill, Donald Trump scelse deliberatamente di non agire, mettendo a rischio anche il vicepresidente.

Il 6 gennaio 2021 i manifestanti fecero irruzione al Campidoglio, sede del Congresso Usa, per contestare il risultato delle elezioni presidenziali del 2020 e sostenere la richiesta del leader repubblicano di rifiutare la proclamazione di Joe Biden a 46esimo presidente Usa.

I suoi consiglieri più stretti e i figli Ivanka e Eric, avevano cercato di convincerlo a intervenire, ma Trump rimase incollato 187 minuti alla televisione, mentre Fox trasmetteva in diretta l’assalto. Secondo la Commissione, in quell’occasione l’ex presidente tradì “il suo giuramento alla Costituzione”. 

La ricostruzione della Commissione d’Inchiesta

Trump “non ha difeso il Paese” ed ha “abdicato ai suoi obblighi”. Le indagini hanno ricostruito i 187 minuti dell’assalto, da quando l’ex presidente lasciò il palco dopo aver invitato i suoi elettori a marciare sul Campidoglio, fino a quando postò il video su Twitter, invitandoli ad andare a casa. “Ha aperto la strada alla violenza e alla corruzione”, col suo tentativo di ribaltare l’esito del voto e per questo deve “essere ritenuto responsabile”, come ha affermato il presidente della Commissione, il democratico Bennie Thompson.

Poco prima la violenza Trump, in un tweet definì l’ex presidente Mike Pencecodardo” per la scelta di voler certificare il voto. In quelle ore in Congresso Pence venne immediatamente allontanato dal Secret Service: secondo la Commissione gli agenti erano preoccupati che potesse accadere il peggio, al punto che telefonarono le loro famiglie per salutarle.

Fino alle 16.02, Trump non fece niente. Poi pubblicò un video distensivo in cui chiedeva ai manifestanti di andare a casa. “Tutti” alla Casa Bianca e fuori “volevano lo stop alle proteste. Tutti tranne Trump”, ha affermato il repubblicano Adam Kinzinger, membro della Commissione.

Assalto a Capitol Hill, Melania Trump: “Svolgevo i miei compiti da First Lady”

Alla Casa Bianca, durante l’assalto al Congresso, c’era anche Melania Trump. “Non sapevo quanto stava avvenendo fuori, altrimenti avrei condannato la violenza”, ha affermato l’ex First Lady ai microfoni di Fox poco prima dell’udienza pubblica della Commissione. “Stavo svolgendo i miei compiti da First Lady, catalogare gli articoli della Casa Bianca per gli archivi nazionali”.