“Chi si crede di essere”, Manuel Bortuzzo tempestato di critiche: ex gieffina si scaglia duramente – FOTO

Manuel Bortuzzo è nella bufera da giorni a causa del concerto di Ultimo, adesso un altro attacco arriva da un’ex gieffina

Quanto accaduto al concerto del Circo Massimo di Ultimo ha fatto molto discutere. Non solo 70.000 spettatori, ma anche una pioggia di critiche per uno dei VIP che ha assistito al concerto: l’ex gieffino è finito sulla graticola.

Manuel Bortuzzo
(@Instagram)

Manuel Bortuzzo è stato sotto preso di mira per la sua posizione da privilegiato all’interno del Circo Massimo di Roma, luogo dove si è tenuta una delle tappe dell’Ultimo Negli Stadi Tour. Il nuotatore ed il cantante sono sempre stati grandi amici e come tali lui ha ottenuto un pass da una visione privilegiata, ed è stato proprio questo ad infastidire i tanti utenti del web che hanno fatto scoppiare la polemica.

In particolare, non si è lamentata l’amicizia del nuotatore con il cantautore, ma il silenzio da parte dell’ex gieffino sulle condizioni in cui vertono le persone disabili ai concerti. È proprio su questo punto che è intervenuta Veronica Satti che ha partecipato ad una vecchia edizione del Grande Fratello.

Veronica Satti al vetriolo: Manuel Bortuzzo finisce sulla graticola

Manuel Bortuzzo
(@Instagram)

Su Instagram Veronica Satti ha lamentato quanto accaduto, scrivendo “schifo” e facendo notare che Manuel l’ha bloccata sui social: “Orgogliosamente bloccata da questo ‘signore’ ma chi si crede di essere? Hai fatto il GF (parlo anche per me che mai me la sono tirata, anzi sticazzi bella esperienza, sono grata, fine) mica un film a Hollywood e hai vinto un Accademy. Caro, coltiva l’umiltà e la gentilezza, non peccare di presunzione perché oggi hai il pass per vedere Ultimo, domani non sei nessuno”.

Veronica Satti
(@Instagram)

Veronica Satti ha provato a rispondere a tutti quelli che le hanno chiesto come mai avesse così al cuore la questione: “Come prima cosa sono umana, in secundis il mio migliore amico è disabile e parlammo proprio di questa situazione, ci teneva molto ad andare a quel concerto, ma alla fine per pagare un biglietto e stare lontanissimi, ghettizzati in una pedana con transenne sul bordo dell’avvallamento di Circo Massimo, cosa pericolosa, a quel punto meglio farsi un abbonamento Spotify”.

L’ex gieffina non perde tempo e sferra un nuovo attacco: “Il ‘signor’ Bortuzzo, invece che ostentare la sua fortuna, avrebbe potuto sensibilizzare su ciò che stava succedendo per le persone in carrozzina a quel concerto dato che ha un canale dilatato con il quale può arrivare in più persone”.