Estate di fuoco per gli italiani: in arrivo bollette shock per luce e gas

Non c’è pace per le famiglie italiane: anche in estate arriveranno rincari clamorosi per quanto riguarda le bollette energetiche

Per l’Italia e per i tanti cittadini e famiglia che ci vivono è un periodo davvero bollente. In tutti i sensi: sia per la questione climatica, che vede in questi giorni estivi una temperatura sempre più torrida. Sia per la situazione socio-politica del Paese.

bollette
Bollette dell’energia (Websource)

Tutto ciò influisce con le tasche degli italiani, ancora a dura prova. Anche durante il periodo estivo sono in arrivo rincari e mazzate vere e proprie per le varie utenze. Le ultime notizie riguardanti le bollette dell’energia faranno drizzare i capelli a tutti.

Pare che tra luglio ed agosto arriveranno altri aumenti considerevoli sulle bollette di luce e gas. Altro che stop ai rincari; il caos politico e la guerra in Ucraina che prosegue imperterrita e feroce si rispecchierà sulle tasse da pagare per i cittadini.

Luce e gas alle stelle: bollette fino al +65% rispetto all’estate 2021

Gli aggiornamenti in tal senso sono davvero drammatici. Le famiglie italiane stanno per ricevere un’altra mazzata dalle bollette per il trimestre attuale.

Aumenti vertiginosi rispetto a ciò che gli italiani versavano un anno fa, nel 2021, quando la pandemia Covid si era fatta sentire ma non c’era ancora traccia di crisi, inflazione e soprattutto di tagli all’energia dovuti alla guerra russo-ucraina.

Basti pensare che oggi i cittadini sono costretti a pagare bollette della luce fino al 50% superiori a quelle dello scorso anno. Ben peggiore la situazione delle bollette del gas, arrivate addirittura ad un +65%. Numeri veramente spaventosi, che nel concreto rischiano di far arrivare ricevute da addirittura 1.000 euro per i mesi estivi.

Il Governo nei mesi scorsi ha provato a dare una mano alle famiglie italiane, con i 15 miliardi stanziati per evitare rincari esagerati sulle bollette e sull’energia. Ma siamo fermi a quella decisione di qualche settimana fa.

Urge a stretto giro una nuova delibera che eviti ai cittadini di svenarsi nel periodo di luglio ed agosto, stanziando nuove risorse per coprire gli aumenti. Un po’ come sta avvenendo con il tetto posto sul rincaro del carburante che ha lievemente abbassato i costi per gli automobilisti ed i trasportatori.