Emergenza incendi: fiamme sotto controllo nell’Udinese. Friuli: volontaria morta schiacciata da un albero

Secondo le prime ricostruzioni, Elena stava effettuando un sopralluogo quando le fiamme erano ormai spente, quando improvvisamente è stata colpita da una pianta ammalorata dalle fiamme. Sul

Elena Lo Duca - Foto di Ansa Foto
Elena Lo Duca – Foto di Ansa Foto

Dal 15 giugno al 21 luglio i vigili del fuoco sono intervenuti 32.921 volte per spegnere gli incendi boschivi e di vegetazione. Si registra un aumento di 4.040 roghi rispetto all’anno scorso nello stesso periodo, quando sono stati 28.881.

Il maggior numero degli incendi si registra in Sicilia, dove i pompieri hanno effettuato 6.534 interventi. Le altre Regioni più colpite sono la Puglia, con 5.134 roghi, il Lazio con 4.799, la Calabria con 3.195, la Campania con 2.730 e la Toscana con 1.529.

Riaperto stabilimento Fincantieri

Intanto sono finalmente sotto controllo le fiamme sul Carso, dove è ripreso il collegamento ferroviario tra le stazioni di Trieste e Monfalcone e dove è stata riaperta Fincantieri.

Rfi precisa che dalle 10 circa sia i treni passeggeri che quelli merce hanno ripreso le attività. Da ieri pomeriggio e per tutta la notte i tecnici hanno lavorato per riparare circa 5 chilometri di linea danneggiata. I danni ammontano a 320mila euro.

Chi era Elena Lo Duca, la volontaria morta schiacciata da un albero in Friuli

Intanto a Udine ieri è morta Elena Lo Duca, una volontaria 56enne, coordinatrice della squadra di protezione civile di Prepotto, in provincia di Udine. La donna è rimasta schiacciata da un albero durante le operazioni di spegnimento di un incendio.

Secondo le prime ricostruzioni, Elena stava effettuando un sopralluogo quando le fiamme erano ormai spente, quando improvvisamente è stata colpita da una pianta ammalorata dalle fiamme. Sul decesso indagano i carabinieri di Cividale, la vittima sarebbe morta sul colpo.

Massimiliano Fedriga, governatore del Friuli Venezia Giulia e il vicegovernatore con delega alla Protezione Civile Riccardo Riccardi, hanno espresso vicinanza alla famiglia di Elena Lo Duca. Riccardi è giunto sul posto insieme con il sindaco Mariaclara Forti. La donna lascia una figlia e il marito. Nel 2021 era stata insignita del cavalierato per il suo impegno costante nella Protezione Civile.