Grave lutto in Serie A: il mondo del calcio italiano lo piange

Brutta notizia giunta nella serata di ieri, la scomparsa di un personaggio che ha fatto la storia del calcio italiano e della nostra Serie A

Nella serata di ieri il mondo del calcio italiano ha ricevuto una bruttissima notizia, riguardante un personaggio che per anni è stato ai vertici del nostro mondo del pallone.

tifosi lacrime
Tifosi in lacrime (Websource)

Un lutto in queste ore sta facendo disperare e commuovere moltissimi tifosi ed appassionati. Infatti è venuto a mancare un uomo che ha sicuramente avuto un ruolo rilevante nelle istituzioni sportive e calcistiche in Italia.

Addio a Luciano Nizzola. Un grandissimo uomo di calcio, che dal 1987 al 1996 ha ricoperto il ruolo di presidente della Lega di Serie A, che all’epoca era semplicemente denominata Lega Nazionale Professionisti.

L’ex presidente Nizzola ci ha lasciati: ha lavorato nel periodo più florido della Serie A

Nizzola, avvocato nativo di Saluzzo in provincia di Torino, è scomparso all’età di 89 anni. Come detto è stato presidente di Lega per diverso tempo, forse nel periodo più florido del campionato di Serie A, quando le squadre italiane facevano da padrone in Europa e i grandi campioni esteri volevano giocare a tutti i costi nel nostro torneo.

riva e nizzola
Gigi Riva e Luciano Nizzola (ansa foto)

Dal 1996 al 2000 Nizzola è stato anche presidente delle FIGC, la federazione del calcio italiano. Da ricordare che sotto la gestione del manager torinese è arrivata la svolta con l’avvento delle pay-tv e l’aumento dei ricavi grazie alla vendita dei diritti televisivi.

Nizzola era un grande uomo di calcio ed anche un grande appassionato della squadra della sua città, il Torino. Infatti fu dirigente, nelle vesti di amministratore delegato, del club granata durante gli anni ’80, prima di iniziare la sua carriera negli organi federali. Dopo aver lasciato il mondo del calcio da lui tanto amato, Nizzola tornò a svolgere per alcuni anni l’attività di avvocato.

L’attuale presidente FIGC Gabriele Gravina ha voluto ricordare così Nizzola: “Il mondo del calcio saluta un dirigente galantuomo. Il suo spirito di servizio e la sua disponibilità hanno segnato un’epoca. Nei diversi ruoli che ha ricoperto, si è distinto anche per l’impulso deciso che in quegli anni è stato impresso al nostro sistema”.