Incendi in Europa, in fiamme Italia, Spagna e Francia: la mappa delle zone a rischio

In Italia, dall'elaborazione di Coldiretti dei dati Effis, emerge che nella prima metà di luglio sono scoppiati almeno tre incendi al giorno, dalla Toscana a Roma. 

Emergenza caldo - Foto di Ansa Foto
Emergenza caldo – Foto di Ansa Foto

Incendi in Europa: Italia, Spagna e Francia sono tra i Paesi che stanno maggiormente bruciando in questi giorni, in cui il caldo record è arrivato anche nel Regno Unito, che solitamente non è colpito dai roghi.

Secondo una mappa rilasciata da Copernicus, il programma di osservazione della Terra e dell’Ue di ieri, 19 luglio, le zone più a rischio sono tutta la Spagna, gran parte della Francia e diverse regioni italiane, dal Centro alle Isole.

L’analisi di Coldiretti

In Italia, dall’elaborazione di Coldiretti dei dati Effis, emerge che nella prima metà di luglio sono scoppiati almeno tre incendi al giorno, dalla Toscana a Roma.

Il caldo e l’assenza di precipitazioni con una devastante siccità – afferma Coldiretti – hanno inaridito i terreni nelle aree più esposte al divampare delle fiamme”. Un dramma, aggiunge Coldiretti, specificando che se da una parte “sei incendi su dieci sono di origine dolosa”, dall’altra “per effetto della chiusura delle aziende agricole, la maggioranza dei boschi nazionali si trova senza sorveglianza per l’assenza di un agricoltore che possa gestirli”. 

La situazione è complicata, conclude Coldiretti, in un Paese “dove più di un terzo della superficie, per un totale di 11.4 milioni di ettari, è coperta da boschi”. 

Incendi in Francia

In Francia due giganteschi incendi nella regione della Gironda hanno distrutto 14mila ettari di vegetazione e spingendosi fino alla costa atlantica. A La Teste-de-Buch, vicino al bacino di Arcachon, su un perimetro di 9 chilometri per 8 chilometri sono andati in fumo circa 4200 ettari. Si sospetta che le fiamme siano partite “per un atto deliberatamente doloso”, ha fatto sapere la Procura. Per l’incendio a Landiras, le forze dell’ordine hanno arrestato un uomo, come annunciato dalla Procura di Bordeaux.

Gli incendi in Spagna

L’ondata di roghi sta colpendo anche la Spagna, che Leonardo Marcos, direttore generale della protezione civile iberica, ha descritto come “l’emergenza più importante”, da quando è possibile elaborare statistiche.

Uno dei fronti più preoccupanti riguarda la provincia di Zamora, da cui sono state evacuate 5.800 persone da 34 nuclei urbani. Nella serata del 18 luglio enormi incendi hanno colpito anche Galizia e la Catalogna.