Mario Draghi ad Algeri: il viaggio-lampo del premier per gli accordi sul gas

L'accordo segue l'intesa siglata la scorsa primavera, che prevedeva l'aumento delle forniture di 3 miliardi di metri cubi da subito, e di altri 6 dal 2023, per arrivare a un totale di 9 miliardi tra gas e GNL. 

Mario Draghi - Foto di Ansa Foto
Mario Draghi – Foto di Ansa Foto

Con l’arrivo oggi, lunedì 18 luglio, di Mario Draghi ad Algeri, si apre il IV vertice itergovernativo Italia-Algeria. L’ultimo si è tenuto nel 2015 a Roma.

La visita ha lo scopo di consolidare il partenariato nel settore energetico tra i due Paesi, per diminuire sempre più la dipendenza da Mosca.

In agenda ci sono anche gli sviluppi della guerra in Ucraina, lo sblocco dell’export del grano ucraino e diversi dossier internazionali come Libia, Sahel e Sahara Occidentale.

Mario Draghi già nei giorni scorsi ha deciso di restare solo un giorno (il viaggio doveva durare due giorni), a causa della crisi di Governo in Italia. Insieme con il premier, ci saranno i ministri Luigi Di Maio, Luciana Lamorgese, Marta Cartabia, Roberto Congolani, Enrico Giovannini ed Elena Bonetti. Il vertice è co-presieduto dal premier italiano e dal presidente algerino Abdelmadjid Tebboune.

Gli accordi sul gas Italia-Algeria

In questi mesi l’Algeria è diventata la prima fonte di approvvigionamento per l’Italia. L’ultimo accordo tra i due Paesi risale a pochi giorni fa. La società algerina Sonagrach ha aumentato il volume delle sue forniture di gas a Roma di altri 4 miliardi di metri cubi a partire già da questa settimana. Le maggiori forniture saranno consegnate e Eni e alle società partner.

L’accordo segue l’intesa siglata la scorsa primavera, che prevedeva l’aumento delle forniture di 3 miliardi di metri cubi da subito, e di altri 6 dal 2023, per arrivare a un totale di 9 miliardi tra gas e GNL.

La giornata di Draghi ad Algeri

L’arrivo di Draghi è previsto intorno alle 10.25 algerine (11.25 italiane), quando il premier deporrà una corona di fiori al Monumento del Martire. Intorno alle 11.10 (12.10 italiane) arriverà al Palazzo presidenziale e si terrà l‘incontro con il presidente della Repubblica algerina democratica e popolare. Contestualmente ci saranno i colloqui tra i ministri italiani e membri della delegazione ufficiale e i rispettivi ministri algerini.

Intorno alle 12 (13 italiane) si darà il via alla sessione plenaria del vertice. Alle 14 (14 italiane), ci sarà la cerimonia di adozione delle dichiarazioni finali del Vertice e la firma degli accordi. 

Al termine del tavolo, il presidente Draghi e Tebboune rilasceranno dichiarazioni congiunte durante una conferenza stampa. In agenda poi, il pranzo alle 14 (15 italiane) con il presidente Tebboune presso la residenza di stato e alle 15,30 (16.30 italiane) è in programma l’inaugurazione del Business Forum al Centro Internazionale di Conferenze (CIC). Qui Draghi terrà un intervento in apertura. Poi, il rientro a Roma.