Raffaella Carrà sostituita? Conduttore TV furibondo: “Non facciamo paragoni”

Raffaella Carrà sarà per sempre insostituibile e nel mondo dello spettacolo questa convinzione c’è da prima della sua morte

È ormai passato un anno dalla morte della regina della TV amata e stimata non solo in Italia, ma anche nel resto d’Europa ed è per l’impronta che ha lasciato che, pensare di sostituirla, sarebbe soltanto un affronto.

Raffaella Carrà, un nuovo omaggio all'icona della Tv italiana
Raffaella Carrà (Foto Instagram)

La morte di Raffaella Carrà ha lasciato un solco al cuore di chi l’ha amata e continuerà a farlo nonostante fisicamente non sia più qui. Una lunghissima carriera, un’impronta nel mondo dello spettacolo che è diventata indelebile e l’impossibilità di sostituirla in ogni ambito possibile, a lei sono state dedicate piazze, strade e non solo in Italia, ma anche in Spagna che è uno dei Paesi europei che più ha imparato ad apprezzarla.

La sua magnificenza resta impressa nel cuore di tutti coloro che ha conquistato nel corso della sua lunga carriera ed è per questo che quando si parla di lei non c’è discussione che tenga: la Carrà non si discute, si ama e basta. Un’icona per il mondo dello spettacolo, quello dell’attivismo e tanti altri piccoli ambiti in cui si è sempre battuta ed ha messo alla luce la sua personalità.

Maurizio Costanzo al vetriolo: “Non facciamo paragoni”. Cos’è successo con Raffaella Carrà

Maurizio Costanzo (ANSA)

A Nuovo, Maurizio Costanzo ha commentato la decisione da parte di Rai 3 di proporre, il prossimo autunno, un programma condotto da Cristiano Malgioglio dal nome Mi casa es tu casa che ricorda molto A raccontare comincia tu, ultimo format in Rai portato da Raffaella Carrà dove ha portato gli italiani a chiacchierare con i suoi intervistati. Quest’assonanza ha spinto il giornalista e conduttore ad asserire: “Non facciamo paragoni con la Carrà. Raffella è stata unica. Non voglio sminuirlo, è un bravo artista, un personaggio colorito e colorato che ha fatto la storia della musica italiana”.

Il dubbio è sorto ad un lettore che ha chiesto a Maurizio Costanzo se anche lui notasse questo tipo di accostamento tra i due programmi, ma il giornalista si è detto sicuro del fatto che la Rai non proporrebbe mai qualcosa di molto simile a quanto fatto dalla Carrà.