Tassisti di nuovo in piazza a Roma: dalla maggioranza ancora nessuna proposta organica

Secondo fonti parlamentari sul tavolo non ci sarebbe ancora una proposta organica. Durante la riunione il ministro Giovannini ha ascoltato i rilievi mossi dalla commissione. 

Manifestazione dei tassisti a Roma - Foto di Ansa Foto
Manifestazione dei tassisti a Roma – Foto di Ansa Foto

Anche oggi, 14 luglio, i tassisti stanno protestando a Roma per chiederlo lo stralcio dell’articolo 10 del ddl concorrenza, che affronta il tema della liberalizzazione del settore.

I conducenti stanno bloccando via del Corso nei pressi di Palazzo Chigi, fronteggiati da un cordone della polizia e provengono da tutta Italia. Ci sono striscioni di Taxi Milano, Tassisti Firenze. Presenti anche rappresentanti di Torino e Napoli.

Anche oggi si leggono slogan contro Uber e sono stati accesi fumogeni ed esplosi petardi.

Riunione di maggioranza termina senza proposte

Nel frattempo è terminata la riunione di maggioranza alla Camera con il ministro delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibili Enrico Giovannini, a margine dei lavori della Commissione attività produttive. Secondo fonti parlamentari sul tavolo non ci sarebbe ancora una proposta organica. Durante la riunione il ministro ha ascoltato i rilievi mossi dalla commissione.

Come detto, i tassisti stanno protestando per ottenere lo stralcio o la revisione dell’articolo 10 del ddl Concorrenza. Un’ipotesi è quella della revisione che secondo quanto si apprende, è sul tavolo. Si starebbe lavorando a una riformulazione dell’articolo.

Ma nella maggioranza non è ancora chiaro quale potrebbe essere un compromesso, visto che i tassisti restano fermi sulle loro posizioni: stralcio dell’articolo, prosecuzione della riforma del servizio già avviata nel 2019, riapertura di un tavolo di confronto con l’esecutivo. Tutte richieste queste, che hanno ribadito già ieri in piazza.