Incidente a Grosseto, suv investe ciclisti: 4 morti e 6 feriti

La Vecchia Aurelia, dopo Braccagni, è stata chiusa al traffico per circa tre ore per permettere i soccorsi, i rilievi e il trasferimento delle salme. 

Grosseto, veicolo investe ciclisti, 4 morti e 6 feriti - Foto di Ansa Foto
Grosseto, veicolo investe ciclisti, 4 morti e 6 feriti – Foto di Ansa Foto

Quattro persone sono morte nell’incidente stradale avvenuto nella tarda mattinata di oggi, giovedì 14 luglio, all’altezza del passaggio a livello di Braccagni, a Grosseto. Altre sei sono rimaste ferite, di cui uno ricoverato in gravi condizioni all‘ospedale Careggi. Gli altri sono stati trasportati in codice giallo a Grosseto.

A perdere la vita, il conducente ottantaduenne dell’auto, Mario Fiorillo, che era al volante del suo Suv quando ha avuto un malore che gli ha fatto perdere il controllo dell’auto investendo il gruppo di ciclisti.

I soccorritori lo hanno trovato morto nella sua auto. I cicloamatori morti sono invece Antonio Panico, 56 anni, Roberto Seripa, 71 anni, e Milo Naldini, 75 anni. Le salme sono state trasportate all’ospedale di Grosseto e sono a disposizione dell’autorità giudiziaria. La Vecchia Aurelia, dopo Braccagni, è stata chiusa al traffico per circa tre ore per permettere i soccorsi, i rilievi e il trasferimento delle salme.

La testimonianza di Enrico, sopravvissuto alla tragedia

Uno dei ciclisti rimasto incolume è il testimone chiave del tremendo scontro. Si tratta di Enrico Guazzini, agente della polizia municipale di Grosseto: “Ho visto l’auto che era già nell’altra corsia dopo la curva, ho urlato “state attenti” e mi sono sfilato all’ultimo posto, poi lo schianto. Sono vivo per miracolo”. 

Sospesa la seduta del consiglio comunale

In segno di lutto, è stata sospesa la seduta del consiglio comunale convocata per questa mattina: “A causa delle tragiche notizie che arrivano dalla nostra frazione di Braccagni, relativamente a un incidente stradale che si è verificato in mattinata, il consiglio comunale di Grosseto ha deciso all’unanimità e con grande apprensione di sciogliere la seduta in corso – ha scritto su Facebook il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna – In attesa di ulteriori aggiornamenti esprimiamo vicinanza a tutte le persone coinvolte e ai loro familiari”.