Canone Rai, altra batosta: gli italiani rischiano grosso

Adesso tutti gli italiani rischiano grosso, visto che il mancato pagamento del Canone Rai potrebbe arrivare una pesantissima multa: i dettagli.

Tutti gli italiani sono chiamati a pagare il Canone Rai. Per tutti coloro che decideranno di sottrarsi al pagamento dell’imposta potrebbe infatti arrivare una pesantissima multa. Andiamo a scoprire cosa potrebbe succedere a breve.

Canone Rai
Cosa succederà a coloro che non pagano l’imposta (via WebSource)

Nel 2023 il canone Rai uscirà dalle bollette, per la gioia di tutti gli italiani. Al momento il governo non ha ancora reso noto come lo stesso dovrà essere pagato dal prossimo anno. Per questo 2022 però nulla è cambiato, con l’importo che resta di 90 euro ed il pagamento che avviene tramite addebito sulle bollette elettriche in dieci rate mensili da 9 euro ciascuna, da gennaio a ottobre. Questo significa che ad oggi è ancora molto difficile evadere dal pagamento di tale tassa, in quanto è legata al pagamento della bolletta elettrica.

Quindi l’unico modo per non pagare tale tassa è chiedere l’esenzione. Ad esempio possono essere esonerati: coloro che non hanno un televisore in casa; i cittadini di età superiore ai 75 anni con reddito annuo inferiore a 8 mila euro e nessun componente del nucleo con redditi propri. Ovviamente chiunque presenti una domanda di esonero fasulla sta commettendo un illecito molto grave. La sanzione per questo illecito è anche molto pesante ed in alcuni casi ci sono anche i termini per incappare nel penale. Andiamo quindi a vedere cosa si rischia.

Canone Rai, cosa rischia chi presenta una domanda di esonero falsa: il provvedimento

canone rai
Cosa rischia chi chiede l’esenzione e non ne ha diritto (via Twitter)

Per tutti coloro che evadono il Canone Rai le sanzioni sono diverse da chi evade una qualsiasi altra tassa. Infatti è prevista una sanzione da 2 a 6 volte l’importo annuo, quindi da 180 a 540 euro senza contare gli interessi. Inoltre se il titolare decide di continuare a non pagare nonostante i solleciti, l’Agenzia delle Entrate iscrive il titolare a ruolo e viene sviluppata una cartella esattoriale, fino ad arrivare al pignoramento dei beni. Conseguenze ben peggiori per chi presenta una domanda di esenzione falsa.

Infatti per tutti coloro che commettono questo tipo di reato potrebbero esserci anche le condizioni per incappare nel penale, con la reclusione fino a 2 anni. Dal prossimo anno, però, il Canone Rai sarà al di fuori della bolletta. Il governo si è impegnato nei confronti dell’Unione Europea, all’interno del cosiddetto Piano nazionale di ripresa e resilienza ad eliminarlo dalla bolletta elettriche. Infatti questo è considerato un onere improprio, cioè non riferibile al consumo effettivo di energia elettrica. Bisognerà capire quindi come dovrà essere pagata l’imposta dal prossimo anno.