Il Collegio, addio a Giancarlo Magalli: al suo posto un simbolo del cinema italiano

Dopo tanti anni come voce narrante de Il Collegio, Giancarlo Magalli saluta quest’altro progetto Rai e lascia posto ad un grande simbolo 

Conduttore per tanti anni in Rai, ormai lontano dai progetti del vertice ed abbandona anche il suo ultimo programma, Il Collegio, di cui è stato voce narrante. Un’altra gran bella tonalità di voce arriva a raccontare i ragazzi d’oggi.

Giancarlo Magalli
(@ANSA)

Giancarlo Magalli è ormai fuori da ogni progetto Rai e l’unico ruolo che gli era rimasto, quello di voce narrante de Il Collegio, è ormai un ricordo lontano: ai vertici hanno già scelto con chi sostituirlo. Il conduttore de I Fatti Vostri era molto amato dai telespettatori del reality show di Rai Due, ma non c’è niente da fare per poter sperare in una sua presenza, visto e considerato che per ora i suoi piani sono altrove.

Magalli non sarà l’unico a lasciare il format nella sua settima edizione, perché anche la professoressa Petolicchio non ci sarà più. Mentre la voce narrante era ovviamente invisibile e quindi i ragazzi non si sono affezionati più di tanto, l’amore sproporzionato nei confronti della docente di matematica ha fatto sì che in molti rimanessero delusi per la sua assenza. È quindi molto probabile che ci saranno nuovi ingressi per i ragazzi del 1958.

Giancarlo Magalli out, al suo posto arriva Nino Frassica

Nino Frassica
Nino Frassica (AnsaFoto)

Nino Frassica è in un grande stato di grazia, spesso ospite in TV, personaggio tra i principali di Don Matteo, adesso anche voce narrante de Il Collegio. È questo che hanno deciso i vertici Rai per il reality show dei ragazzi che hanno individuato nell’attore e comico siciliano, la voce ideale per narrare i fatti dei giovani del 1958. La prossima edizione de Il Collegio partirà dal 27 settembre su Rai Due, come di consueto, ed un nuovo folto gruppo di ragazzi e ragazze pronti a scalmanarsi.

I protagonisti della prossima edizione saranno un gruppo che sarà proiettato nel 1958: tutti dovranno salutare i propri smartphone e qualsiasi cosa in quell’epoca non era disponibile. Chi sarà il primo a farsi espellere dal temuto preside? Riusciranno a superare il taglio di capelli e rinunciare a quello moderno?