“Ero corriere della droga”, la confessione della nota attrice sconvolge il mondo del cinema

Una star internazionale, vero e proprio volto noto del cinema in tutto il mondo, ha svelato di aver lavorato in un ambito a dir poco discutibile

Si sa, il mondo dello spettacolo per quanto prestigioso ed ammirabile sia, nasconde sempre un lato un po’ oscuro e misterioso. Soprattutto quando le grandi star conducono una vita dissoluta e piena di eccessi fuori dai set.

cannabis
Piantina di Marijuana (Pixabay)

Purtroppo spesso gli attori e gli artisti sono vittime di dipendenze di vario genere. Chi ha problemi con l’alcol, chi travolto da scandali sessuali e chi non disdegna di fare uso di droghe più o meno leggere.

Proprio in questo senso ha fatto scalpore negli Stati Uniti (e non soltanto) la confessione di una star di Hollywood, la quale avrebbe fatto intendere di aver, quasi involontariamente, lavorato da ‘corriere‘ della droga da giovanissima.

Cameron Diaz stupisce tutti: “Ho trasportato della droga in Marocco”

diaz
Cameron Diaz (Instagram)

La star in questione è Cameron Diaz, nota attrice americana e volto noto di Hollywood. La donna ha lanciato la confessione durante un podcast radiofonico negli USA, svelando un suo lato nascosto riguardante la gioventù.

Cameron Diaz ha rivelato di aver potuto, senza grossa consapevolezza personale, trasportare della droga durante un periodo molto particolare della sua vita. “Ero a Parigi per provare a diventare modella, ma non riuscivo a trovare un ingaggio. Neanche mezzo lavoro, faticai a sopravvivere. Poi trovai questo lavoretto, penso davvero di aver fatto il corriere trasportando della droga in Marocco. Giuro su Dio“.

Un’esperienza incredibile che le ha fatto rischiare molto: “Arrivai in Marocco con una valigetta che conteneva a malapena i miei vestiti. Mi hanno chiesto di aprirla e ho realizzato di star facendo una ca**ata! Ero giovane, bionda, volevo fare la modella. Ma cosa ci facevo lì?”. 

Per fortuna della Diaz erano gli anni ’90 e la sicurezza aeroportuale era meno oppressiva di oggigiorno. Le bastò negare che la valigia fosse sua e scampò ad un clamoroso arresto. La carriera della bionda attrice svoltò grazie alla partecipazione nella commedia fantasy The Mask, al fianco di Jim Carrey e il ruolo da protagonista in Tutti pazzi per Mary, cult della commedia demenziale americana.