Bonus estate 2022, tutte le combinazioni utili per risparmiare

Bonus estate 2022, tutte le combinazioni utili per risparmiare. Per combattere il caldo e la crisi i consumatori italiani possono scatenarsi

Inutile farsi illusioni, la morsa di Caronte non abbandonerà l’Italia anche ora per diversi giorni e comunque questa sarà in generale un’estate bollente almeno fino a settembre. Ecco perché i consumatori italiani farebbero meglio a conoscere i bonus estate 2022, in particolare quelli legati a tutto quello che può dare refrigerio.

Bonus estate 2022 (Pixabay)

A partire dai climatizzatori, passando per le tende e le zanzariere, sono ancora in corso diverse agevolazioni fiscali per quelli che vogliono dare un taglio al caldo in modo legale. Partiamo dal Bonus climatizzatori e condizionatori, agevolazione fiscale destinata a chi  acquistato un apparecchio nuovo  o vuole sostituire quello vecchio.

L’incentivo consente di ottenere una detrazione fiscale del 50% o del 65%. Dipende se il cliente sceglie il Bonus ristrutturazione o il Bonus Mobili (in quel caso è il 50%) o l’Ecobonus (al 65%).  In concreto è una detrazione del 50% calcolata su un importo massimo di 10.000 euro per l’anno 2022 e di 5.000 euro per gli anni 2023 e 2024. Sale al 65% nel caso si compri un nuovo climatizzatore con pompa di calore, da usare sia per la climatizzazione estiva sia invernale. E il bonus può essere richiesto sotto forma di sconto immediato oppure come rimborso Irpef.

Bonus estate 2022, cosa possiamo installare in casa con lo sconto

Ma sarà possibile richiedere detrazioni fiscali anche per tende e veneziane che aiutano a riparare dal sole. Il Bonus tende rientra sia nei benefici dell’Ecobonus al 50% e del Superbonus al 110%. Anche in questo caso una detrazione del 50% su una spesa massima di 60mila euro, alido fino al 31 dicembre 2022. Il bonus è destinato a tende da sole, veneziane, persiane, avvolgibili e tapparelle.

Come funziona il bonus tende da sole 2022 (Pixabay)

Tecnicamente non esiste un Bonus zanzariere, ma con il Superbonus 110% e l’Ecobonus è possibile ottenere lo sconto anche sulla loro installazione. Anche in questo caso il rimborso per le spese destinate all’acquisto delle zanzariere può essere pari al 50% o al 110% a seconda dell’opzione che si sceglie.

In tutti i casi comunque, anche se non è necessario essere sotto ua certa soglia di Isee, le spese devono essere tracciabili e si devono presentare le ricevute per i lavori effettuati. Il fresco non è gratis, ma con lo sconto è meglio.