“Potrei ritirarmi”, Max Verstappen scuote il mondo della Formula 1: incredibile!

“Potrei ritirarmi”, Max Verstappen scuote il mondo della Formula 1: incredibile! Le parole del pilota della Red Bull fanno discutere

Il campione del mondo in carica ha soli 24 anni (ne compirà 25 il 30 settembre). In un mondo stressante come il Motorsport non è però così inusuale pensare al ritiro precoce.

Max Verstappen
L’annuncio di Max Verstappen sul possibile ritiro (Ansafoto)

L’anno scorso è riuscito nella difficilissima impresa di spodestare Lewis Hamilton e la Mercedes dal trono di campione del mondo. Il mondo della Formula 1 non potrà dimenticare facilmente la splendida battaglia che i due piloti ci hanno regalato nel corso dell’intero campionato. Un duello testa a testa che alla fine ha premiato Max Verstappen, vincitore del titolo a soli 24 anni. Non è stato il più precoce (Vettel aveva 23 anni) ma di certo è stato uno dei più attesi “Mad Max”, visto che di lui nel Motorsport si parla da quando aveva 15 anni. Un vero predestinato, figlio d’arte, che sta mantenendo tutte le attese. Quest’anno il compito contro la Ferrari e Leclerc appare più semplice, non tanto per la mancanza di competitività della Rossa, quanto per l’inesperienza del box di Maranello nel gestire situazioni complicate. Con 43 punti di margine in classifica, Verstappen può sorridere alla vigilia del Gran Premio di casa della Red Bull in Austria. 

Max Verstappen ha le idee chiare anche sul ritiro: “Potrei lasciare nel 2028”

Verstappen
Max Verstappen a bordo della Red Bull RB18 (AnsaFoto)

Prima dell’impegno in pista, però, l’olandese ha rilasciato una bella intervista al De Telegraaf, parlando anche del futuro. Da poco ha firmato un lunghissimo e ricchissimo contratto con la Red Bull. Verstappen sarà legato al team che lo ha lanciato sino al 2028. E Poi? A questo interrogativo ha risposto come al solito con le idee chiare.

Nel 2028 potrei ritirarmi. A quel punto sarò stato in F1 già da molto tempo. Poi dipenderà anche dalla possibilità di guidare una macchina competitiva e dalla mia capacità di lottare per le vittorie. Non sopporto l’idea di guidare nelle retrovie. A quel punto preferirei una categoria diversa. Ma in questo momento non vorrei guidare per nessun altro team. Quando ti senti bene e funziona tutto, perché cambiare?”. Insomma a 31 anni potremmo dover salutare uno dei più grandi piloti di sempre. Un ritiro precoce sulle orme di quanto avvenuto ad esempio in MotoGP con Casey Stoner o, per rimanere nel mondo della Formula 1, con Nico Rosberg.