Terremoto Rai, leggenda della TV fatta fuori dai palinsesti: tutti sconvolti

Nei nuovi palinsesti pubblicati dalla Rai non ci sarebbe uno dei volti leggendari del servizio pubblico. Su Facebook arriva il commento piccato.

In questi giorni la Rai ha deciso di pubblicare i palinsesti per la stagione televisiva 2022-23. Tra i grandi esclusi ci sarebbe una vera e propria leggenda del servizio pubblico, che non è stato incluso in nessuna trasmissione: scopriamo di chi si tratta.

Rai
La sede del servizio pubblico in Viale Mazzini (Via WebSource)

Sono tanti i grandi esclusi dal palinsesto della Rai del prossimo anno, tra questi spunterebbe anche una voce destinata a fare non poco rumore. Infatti stiamo parlando di Giancarlo Magalli. La leggenda della rete pubblica, infatti, non avrà nessuna trasmissione il prossimo anno. Infatti il noto presentatore non avrà nessun programma il prossimo autunno ed ha deciso di commentare quanto scelto dai vertici sul proprio profilo Facebook.

Magalli, evidentemente infastidito ha quindi scritto: “La riconoscenza della Rai è leggendaria“. A contornare quanto postato c’è anche un emoji che ride, utilizzata per ironizzare su quanto accaduto. Da circa 40 anni volto noto della Rai, Magalli incassa così un’uscita di scena. Una scelta che però lo stesso conduttore sospettava e temeva negli ultimi mesi. Andiamo quindi a vedere le parole di un profetico Magalli sulla sua permanenza in Rai.

Rai, escluso Giancarlo Magalli dai palinsesti: la reazione del presentatore

Giancarlo Magalli
La reazione del conduttore di casa Rai dopo la clamorosa esclusione (via Screenshot)

Giancarlo Magalli in queste ore ha dovuto incassare la mancata conferma della Rai per il prossimo palinsesto autunnale. Il presentatore storico de ‘I Fatti Vostri‘, temeva una scelta del genere che alla fine è diventata realtà. La Rai, almeno per ora, non gli ha voluto riservare alcun programma per la stagione televisiva 2022/2023. Non è detto però che questa sia una decisione definitiva da parte del servizio pubblico.

Qualche mese fa ai microfoni di DavideMaggio.it, Magalli aveva ribadito questo suo timore. Infatti in quell’occasione il presentatore affermò: “Mi piacerebbe sapere cosa farò l’anno prossimo. I nuovi direttori trasversali, che poi sono nuovi fino a un certo punto, non si sono sentiti. Io sono uno che andrebbe avanti a lavorare a lungo, non vorrei sparire di colpo“. Alla fine però il timore più grande dell’icona della Rai è diventato realtà, con il servizio pubblico che sembrerebbe averlo appiedato.