Quarte dosi, Pregliasco a iNews24: “C’è la percezione che non servano: ma gli anziani dovrebbero vaccinarsi subito”

"Per fortuna i ricoveri aumentano in maniera meno proporzionale di prima, perché la gran parte di noi è vaccinata o guarita. Però non bisogna abbassare la guardia", aggiunge il virologo.

Fabrizio Pregliasco - Foto di Ansa Foto
Fabrizio Pregliasco – Foto di Ansa Foto

“C’è la percezione che non servano e che si debbano aspettare i vaccini aggiornati. Invece gli ottantenni devono vaccinarsi subito con la quarta dose per rafforzare la risposta immunitaria”. Ai microfoni di iNews24, il virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario del Galeazzi di Milano, sull’aumento dei contagi Covid-19 delle ultime settimane.

Secondo l’Istituto superiore di Sanità, anche questa settimana nessuna Regione e Provincia Autonoma è a rischio basso.
Siamo in una fase di crescita di un’onda determinata dalle libertà un po’ eccessive, ma soprattutto da Omicron 5, che è estremamente diffusiva e capace di schivare la protezione del vaccino e della guarigione. Sta accadendo ciò che immaginiamo accadrà anche in futuro: onde che si susseguiranno, sperabilmente, con una tendenza a ridursi nel tempo. Ci aspettavamo un’onda in inverno, ma è arrivata prima perché Omicron 5 ha creato un’ulteriore risalita di contagi che, come è accaduto in altri Paesi, ad esempio il Portogallo, dovrebbe risolversi nell’arco di 6-8 settimane”;

I reparti Covid si stanno nuovamente riempendo.
Per fortuna i ricoveri aumentano in maniera meno proporzionale di prima, perché la gran parte di noi sono vaccinati o guariti. Però non bisogna abbassare la guardia perché siamo ancora in una fase di crescita, con valori di mortalità a due cifre. La malattia non è raffreddorizzata come qualcuno vuol far credere”;

Chi è il paziente tipo che arriva in ospedale?
Sono soprattutto quelli che non hanno ricevuto la terza dose, o nel caso degli anziani e dei fragili, la quarta. Ma proporzionalmente, ed è un fatto statistico, ci sono anche i vaccinati, ad esempio quelli affetti da patologie”;

Al lavoro bisognerà indossare le mascherine Ffp2 e dove possibile si dovrà privilegiare lo smart working. È d’accordo?
Vista la situazione, mi sembra assolutamente giusto e necessario proteggersi al lavoro per ridurre la probabilità di infettarsi. È chiaro che ci si può contagiare anche in altre situazioni, però portare le Ffp2 significa ridurre la dimensione dei focolai interni”;

A che punto si è con i vaccini aggiornati alle nuove varianti?
I dati attuali sono buoni. È probabile che saranno pronti in vista della campagna vaccinale autunnale”;

Come sta procedendo la campagna per le quarte dosi?
Malissimo. C’è la percezione che non servano e che si debbano aspettare i vaccini aggiornati. Invece gli ottantenni devono vaccinarsi subito con la quarta dose per rafforzare la risposta immunitaria”;

Alla luce del fatto che Omicron 5 è più contagiosa, cosa consiglia ai cittadini per affrontare l’estate in sicurezza?
Buonsenso, non considerare finito il Covid, e indossare le mascherine come gli occhiali da sole”.