MasterChef 11, il più amato di tutti fa coming out: “Non avrei mai avuto il coraggio” – FOTO

L’amatissimo concorrente di MasterChef 11, vero vincitore per molti, ha dedicato il suo pensiero per il Pride Month ed ha svelato qualcosa di sé

L’ultima edizione del talent show culinario è stata molto apprezzata da tutti per l’omogeneità della classe, tuttavia c’è chi si è distinto particolarmente ed ha catturato l’attenzione di molti. Proprio grazie alla sua popolarità ha voluto diffondere un messaggio molto importante.

MasterChef 11
(@YouTube)

L’ultima edizione di MasterChef ha catturato l’attenzione di un gran bel numero di telespettatori che si sono appassionati dapprima alla vita di coloro che sono riusciti ad accedere alla gara e solo successivamente alle loro doti culinarie. Ognuno con una propria storia da raccontare e poi il più giovane della classe, Carmine Gorrasi, giovane di Battipaglia (SA) con la passione per la cucina, mai troppo condivisa dalla famiglia.

Come nelle migliori storie che commuovono, Carmine non ha vinto MasterChef 11, ma è stato tra i più amati dagli stessi giudici, Bruno Barbieri, Giorgio Locatelli e Antonino Cannavacciuolo, ma soprattuto dal pubblico che ha considerato lui vincitore dell’ultima edizione, anziché Tracy che ha portato a casa il trofeo.

Masterchef 11, il coming out di Carmine Gorrasi l’ultimo giorno di Pride Month

Carmine Gorrasi
(@Instagram)

In occasione dell’ultimo giorno del Pride Month, Carmine Gorrasi ha voluto dare il suo supporto alla comunità LGBTQI+ scrivendo: “Fino ad ora non avevo ancora dato la mia opinione a riguardo, ma sento che è giusto dire la mia. Fino a qualche tempo fa non avrei mai avuto il coraggio di espormi come sto per fare, faticavo a farlo con le persone a me più care, figurarsi con tutte le persone che mi seguono”. E poi il coming out senza troppi giri di parole: “Ho imparato a conoscermi meglio, ho preso consapevolezza di alcune cose. Ho capito che non mi piace solo ciò che secondo alcuni “dovrebbe” piacermi”.

Carmine ha voluto lanciare un forte messaggio a tutti coloro che lo seguono: “Smettiamola di discriminare un qualcosa che non danneggia nessuno e di generare odio nei confronti di persone uguali a tutte le altre, con un corpo, una mente e dei sentimenti. Siamo belli perché siamo tutti diversi. Accettiamo questa diversità, sfruttiamola perché è un punto di forza dell’essere umano. […] Vogliamoci bene per quello che siamo”.