Tragedia in Colombia. Una parte dell’arena Plaza de Toros Charry, nella cittadina di El Espinal, è crollata sotto il peso del pubblico. Almeno 4 i morti e 300 i feriti. Il crollo è stato immortalato da vari video che stanno tutt’ora girando sui social. In uno di questi, girato dall’alto, si vede la tribuna cedere improvvisamente. Il pubblico cade rovinosamente al centro dell’arena mentre era in corso la corrida. Una tragedia che poteva assumere contorni ancora più pesanti.

Siamo nel distretto di Tolima, a circa 150 chilometri dalla Capitale Bogotà. La corrida che era in corso è definita “corraleja”, tipica manifestazione tutta colombiana. In questo tipo di corrida, il pubblico entra direttamente nell’arena e interagisce con i tori, infastidendoli e provocandoli. In questo caso specifico, la corrida era indetta in occasione dei festeggiamenti in onore di San Pedro. Secondo il quotidiano El Tiempo, in tutto sono rimaste coinvolte, nel crollo della tribuna, circa 500 persone.

“Spero che tutte le persone colpite dal crollo possano uscire illese dalle loro ferite – le parole dell’appena eletto presidente Gustavo Petro – chiedo ai sindaci di non autorizzare più spettacoli con la morte di persone o animali”. Una presa di posizione forte, quella del neopresidente. Destinata a far discutere in un Paese dove la corrida è una manifestazione molto sentita dalla popolazione locale. Sempre secondo quanto riporta la stampa locale, in quel momento sugli spalti erano decine i bambini presenti che stavano assistendo alla corrida. Le centinaia di feriti sono stati trasportati negli ospedali vicini. Le autorità sanitarie hanno chiesto anche alle strutture sanitarie dei distretti vicini di mettersi a disposizione per accogliere i degenti.