Ritiro Hamilton, è arrivato il momento: “Più saggio dire basta”

Ritiro Hamilton, è arrivato il momento: “Più saggio dire basta”. Le prime dieci gare della stagione sono state un calvario, meglio staccare?

Corsi e ricorsi storici, perché prima di lui è successo anche ad altri, compreso Michael Schumacher. Ora anche Lewis Hamilton sa che forse aveva ragione chi gli consigliava di staccare la spina di vincente, perché questa stagione con la Mercedes sta diventando complicata.

Lewis Hamilton (LaPresse)

Sono i numeri a raccontare tutta la fatica che sta facendo il campione inglese. Nove gare da inizio stagione senza vittorie, più il Gran Premio di Abu Dhabi che aveva consegnato il titolo a Max Verstappen. Significa che ha toccato cifra tonda, come gli era successo soltanto tre volte in carriera.

La prima volta tra il 2008 ed il 2009: aveva vinto il GP Cina 2008 e poi si era ripetuto nel GP Ungheria dell’anno dopo. Poi tra il 2012 e 2013: prima la vittoria al GP Usa 2012,poi nove gare di attesa e successo sempre a Budapest. E a cavallo tra il 2013 e il 2014 quando era tornato a vincere in Malesia. Ecco perché la prossima settimana, davanti al pubblico di casa nel GP di Silverstone potrebbe scrivere il primo record negativo nella sua carriera.

Ritiro Hamilton, è arrivato il momento: Jackie Stewart gli dà un consiglio

I tifosi di Lewis Hamilton credono che questo digiuno finirà presto, ma chi lo conosce bene non è dello stesso pare. Come sir Jackie Stewart, che di mondiali ne ha vinti tre e ha una lunga esperienza alle spalle. Secondo lui è arrivato il momento per pensare a quello che sarà il suo futuro, anche lontano dalla pista.

“Sta facendo un po’ di fatica – ha detto a ‘The Convex Conversation’ – perché ha un nuovo compagno di squadra che è stato più veloce di lui in qualifica e sarà difficile da gestire. Credo che per lui sia arrivato il momento di ritirarsi. Vorrei che lo facesse subito: è un peccato che non si sia ritirato da vincente, non credo che questa occasione capiterà ancora. Credo sia più saggio dire basta che convivere con la frustrazione di non essere in grado di fare ciò che si faceva prima”.

Lewis Hamilton, futuro a rischio (LaPresse)

Secondo Stewart uno come Hamilton avrà un grande futuro anche quando non sarà più pilota. Ad esempio ha dimostrato di avere un grande occhio per la moda e quindi potrebbe creare una sua linea di abbigliamento, investendo parte dei soldi guadagnati in una lunga e ricca carriera.