Stop alle carte di credito! Tutti i modi per risparmiare tempo e commissioni

Ormai le carte di credito fanno già parte del passato: svelati i nuovi metodi di pagamento facili, veloci e senza ulteriori costi

Stiamo entrando sempre più velocemente in un fututo dove l’I-tech e la microtecnologia la faranno da padroni. Un futuro dove gli accessori saranno sempre più smart e si smetterà (speriamo) di utilizzare carta, plastica ed altri elementi nocivi all’ambiente.

carta credito
Carta di credito (foto Pixabay)

Ciò vale anche per le tradizionali carte di credito. Ovvero la scheda magnetica, prepagata o legata al proprio conto corrente, utile per le transazioni finanziarie istantanee. Le carte vengono utilizzate per qualsiasi tipo di pagamento, in negozi, locali, centri di vario genere. Ma anche per gli acquisti on-line.

Il problema è che a volte ci si scorda di portare con sé la carta di credito. La si dimentica nel portafogli o nelle tasche di borse o pantaloni. O peggio ancora si smarrisce e c’è bisogno di una denuncia alle forze dell’ordine per rifarla da capo. Problemi quotidiani che possono essere letteralmente scavalcati da nuove possibilità di pagamento.

Tutte le App che possono sostituire il pagamento tramite carta di credito

Oggigiorno l’utilizzo della carta di credito, anche in un Paese tecnologicamente un po’ in ritardo come l’Italia, sembra viaggiare verso un declino definitivo. Moltissimi utenti stanno infatti già preferendo i pagamenti tramite App.

Sono infatti nate delle applicazioni, legate alla stessa carta di credito o al conto corrente personale, che sostituiscono tali schede e rendono più rapida e veloce qualsiasi transazione. Oltre ad abbattere eventuali costi di attivazione e commissioni delle carte.

Ma andiamo a scoprire le più utilizzate ed efficaci per i vostri smartphone:

  • APPLE PAY: il sistema di pagamenti contactless sviluppato da Apple per i suoi dispositivi mobili. Le persone munite di iPhone, iPad, Apple Watch e Mac possono sfruttare l’applicazione Wallet e la tecnologia NFC (per mettere in contatto il device con i POS compatibili, per pagamenti sicuri e veloci.
  • SATISPAY: l’app italiana collegata al proprio Iban che permette di effettuare micropagamenti attraverso il cellulare, come una sorta di “Whatsapp per inviare denaro”, o ai propri contatti o ai negozi convenzionati.
  • PAYPAL: un grande classico: l’app che gestisce le transazioni online senza dover rivelare a nessuno le coordinate del proprio conto in banca o il numero della propria carta di credito. All’account viene associata una carta di credito (fino a 8), una prepagata o il conto corrente.
  • GOOGLE PAY: cioè l’app di pagamento per dispositivi Android. Questo sistema è ampiamente accettato nei negozi al dettaglio e sugli e-commerce, ed è considerato più sicuro rispetto all’utilizzo di una carta di credito tradizionale.
  • SAMSUNG PAY: l’app per pagare tramite smartphone e smartwatch Samsung. Si trova già preinstallata su quasi tutti i modelli Galaxy oppure si può scaricare dal Galaxy Store.
  • BANCOMAT PAY: app disponibile su App Store e Google Play che consente di inviare e ricevere denaro, fare acquisti online e nei punti vendita convenzionati, ed effettuare pagamenti verso la Pubblica Amministrazione attraverso PagoPA.