Al Bano, il ricordo fa ancora male: “È successo quando avevo 15 anni”

Al Bano ha voluto raccontare dei dettagli inediti che riguardano la sua adolescenza ed hanno a che fare con la maturità. Ecco quando ha deciso di lasciare la prospettiva di studiare e diventare insegnante per la musica.

Al Bano torna a parlare volentieri del suo passato, spesso rivelando alcuni dettagli completamente inediti. Nell’intervista rilasciata a Verissimo ad aprile 2022 ha spiegato di essere salito a Milano dalla sua Puglia deludendo in qualche modo le aspettative dei suoi genitori. Suo padre, infatti, voleva che diventasse un contadino.

Verissimo, l'esibizione del cantante Al Bano (foto © Mediaset).
Verissimo, l’esibizione del cantante Al Bano (foto © Mediaset).

Quando Al Bano era giovane, era molto spaventato dall’idea di dover lavorare la terra, perchè aveva ben compreso quanti sacrifici avrebbe richiesto. Sua madre, invece, avrebbe preferito che diventasse un professionista, continuando con gli studi. Il cantante, invece, lavorò inizialmente come cameriere fino a quando la carriera come artista decollò.

Al Bano, la maturità non c’è mai stata: il retroscena

Il 23 giugno nelle scuole superiori inizieranno gli esami di maturità e gli alunni del quinto anno saranno chiamati a svolgere la prima prova scritta, ovvero un tema che potrà essere scelto fra alcune tracce diverse. Come di consueto, diversi vip si sono esposti per fare gli auguri ai maturandi, ed anche Al Bano ha voluto fare i suoi attraverso Adnkronos.

Citofonare Rai 2, Al Bano ospite nello studio di Simona Ventura e Paola Perego (foto Instagram).
Citofonare Rai 2, Al Bano ospite nello studio di Simona Ventura e Paola Perego (foto Instagram).

Il cantante non ha potuto fare a meno di ripercorrere la sua esperienza con le scuole superiori, che a quanto pare fu turbolenta e non arrivò a termine. Al Bano, infatti, ha dichiarato di non essere mai arrivato all’ultimo anno, e di conseguenza non ha mai svolto l’esame di maturità. Il suo titolo di studio dovrebbe dunque essere la terza media.

Le “ingiustizie” subite a scuola: chiamato ad esibirsi ma insufficiente

Al Bano ha spiegato che era molto bravo in disegno. Ne realizzò uno per lui, ed uno per una ragazza che gli piaceva. Inspiegabilmente, lei prese 8 come voto, mentre lui si fermò a 4, ovvero all’insufficienza grave. Il cantante ottenne lo stesso risultato quando i professori di musica e religione lo invitarono a cantare per la presidenza delle scuole magistrali.

Ballando con le Stelle, Al Bano e Oxana Lebedew prima degli allenamenti (foto Instagram).
Ballando con le Stelle, Al Bano e Oxana Lebedew prima degli allenamenti (foto Instagram).

Anche in quel caso, inspiegabilmente, il voto finale fu 4. Come mai lo chiamarono ad esibirsi se poi lo hanno di fatto bocciato nella materia? Al Bano ricorda di aver vissuto questi episodi come delle vere e proprie ingiustizie. I voti bassi portarono anche alla sua bocciatura al secondo anno delle magistrali. Fu in quel momento che decise di lasciare gli studi: il cantante dice di sentirsi comunque laureato all’università della vita.

Ecco Al Bano che sorride divertito mentre guarda l’imitazione di Checco Zalone:

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Al Bano (@albano_official_)