Arisa, la rivelazione che spiazza tutti: “Ne sono schiava, ma è una rovina”

La frase di Arisa che ha stupito tutti i suoi fan, riguardo in particolare al suo rapporto con l’amore ed i sentimenti, ma anche l’intimità

Un’artista dalla voce unica, quasi angelica. Ma allo stesso tempo un personaggio dai mille volti, dai numerosi cambi di look e dall’atteggiamento a volte sopra le righe. Stiamo parlando di Rosalba Pippa, in arte Arisa.

arisa
Arisa (foto Instagram)

La bravissima cantautrice lucana in tempi recenti fa molto parlare di sé. Non soltanto per i successi musicali ed i video-clip attinenti. Ma anche per le numerose partecipazioni televisive, su tutte quella da protagonista assoluta nell’ultima edizione di Ballando con le Stelle.

Proprio nel talent show di Rai Uno ha conosciuto il suo ultimo compagno, ovvero il ballerino Vito Coppola, con cui ha gareggiato in coppia a Ballando. Tra Arisa ed il giovane danzatore le cose sembrano molto complicate e particolari. Parlare di amore e di sentimenti è molto curioso per Arisa stessa, come svelato nell’intervista concessa a La Stampa.

Arisa e la citazione del Vangelo per descrivere il suo concetto di amore

In occasione della sua presenza al Mix Festival di cinema Lgbtq+, la cantante ha voluto parlare di cosa rappresenta per lei un rapporto d’amore, un legame forte che forse Arisa stessa sperava di aver trovato con Vito Coppola.

Rivelazione quasi scioccante quella di Arisa, che attinge addirittura al Vangelo per parlare di come, a suo dire, dovrebbe essere intrapresa una relazione seria:

“non mi interessa l’amore tossico, di cui parlano ormai tutti, ma un altro tipo di amore. quello di cui parla il Vangelo e secondo cui “la vera libertà sta nel decidere di essere schiavi di qualcun altro”. le fiabe con il principe azzurro sono una rovina”

Commento preciso e anche caustico da parte di Arisa, che fa intendere come non sia una tipa da rapporto convenzionale. In tempi recenti ha fatto capire come si fosse innamorata di Coppola, il quale non sembrava però ricambiare lo stesso tipo di sentimento.

Grandi apprezzamenti invece da Arisa per la comunità Queer: “Mi sento molto a ‘casa’ nella comunità Queer. Perché composta da persone che accettano quello che sono e hanno trascorso tanto tempo con se stesse per fare una cosa, a detta sua, difficilissima, cioè: capirsi”.