Un video che è destinato a creare non poche discussioni. Flavio Briatore, sul suo profilo Instagram, difende la sua “Crazy Pizza” e in particolare il suo costo: 15 Euro per una Margherita è sembrato, a molti, un costo troppo elevato. Nelle scorse settimane, il locale di via Veneto a Roma ha ricevuto anche la visita del pizzaiolo “social” Errico Porzio, che ha posto l’accento proprio sull’importo dello scontrino più che sull’effettiva qualità del prodotto. Sia come sia: Briatore si è messo davanti alla telecamera e ha espresso una serie di considerazioni che pungono sul vivo il mondo della pizza napoletana.

A partire proprio dal costo: “Questi signori devono spiegarmi come fanno a vendere una pizza a 4 o 5 Euro“, taglia corto l’imprenditore. Che continua: “Cosa ci mettono dentro questi signori qui? Il presupposto è che devi pagare i contributi, i fornitori, l’iva sui fornitori, fare gli scontrini al cliente, pagare gli stipendi, gli affitti, le tasse, eccetera. O vendi 50mila pizze al giorno oppure è impossibile. C’è qualcosa che mi sfugge, che non capisco.” Dopodiché, Briatore passa a parlare della sua Crazy Pizza: “Intanto noi partiamo dal presupposto che vogliamo fornire un prodotto di qualità al cliente. Abbiamo dei locali che non sono semplici pizzerie: sono locali che creano atmosfera.”

In ultimo, l’attacco generalizzato al Paese Italia: “Questo è un Paese rancoroso e geloso. Chi ha successo viene sempre criticato. Non si pensa mai al fatto che chi ha successo paga più tasse, assume persone, crea posti di lavoro. È un Paese pieno di invidiosi.” Nel concludere il suo sfogo, Briatore informa che il nuovo locale di Crazy Pizza ha aperto a Riad, in Arabia Saudita, con “una media di mille clienti al giorno.” Insomma: secondo l’imprenditore piemontese, la sua attività sta andando alla grande alla faccia di chi critica. Una platea che, dopo i toni di questo video, è destinata ad allargarsi ulteriormente.