“Avevo paura di non vivere”: la confessione a cuore aperto di Marco Liorni

Il noto conduttore televisivo Rai Marco Liorni si è lasciato andare ad alcuni sfoghi sul suo privato. Grande emozione nel rivivere alcune situazioni

In questi giorni sta avendo un ottimo successo televisivo, in fatto di dati auditel e di seguito del pubblico, il game show Reazione a catena. Un successo targato Rai che da molti anni, nel periodo estivo, tiene compagnia ai telespettatori.

Liorni
Marco Liorni (Instagram)

Ancora una volta, al timone del programma in questione, c’è Marco Liorni. Il giornalista e conduttore televisivo Rai è ormai un punto fermo di Reazione a catena. Un’annata ricca di impegni e soddisfazioni professionali per Liorni, che durante il resto dell’anno ha condotto con ottimi risultati il contenitore ItaliaSì!

Liorni è personaggio apprezzato per la sua naturalezza e per l’atteggiamento sempre sorridente e positivo. Ma nella sua vita privata non è sempre stato così sicuro di sé. Anzi, in una lunga intervista rilasciata a Gente ha svelato il suo lato più intimo e timoroso.

Le paure di Marco Liorni e la soluzione per avere successo in televisione

Dunque anche un personaggio noto ed apprezzato come Marco Liorni ha avuto delle debolezze e delle fragilità. Senza peli sulla lingua, nella suddetta intervista, il conduttore Rai ha raccontato tutte le sue paure:

“quando ero più giovane non ero così sicuro di me. ero troppo timoroso, sempre bloccato nei momenti chiave. allora ho preso coraggio e lasciato da parte le mie paure. quali? Di non vivere pienamente. Avevo voglia di scendere in campo e affrontare la mia partita quotidiana, cosa che ho fatto”

In molti come Liorni, nella vita personale e lavorativa, si sentono bloccati da qualcosa, impauriti dalle emozioni e dalle reazioni che possono scaturire da un momento all’altro. Ma il conduttore TV è l’esempio di come si possa reagire e lavorare su sé stessi.

Tornando al suo impegno professionale, Liorni ha parlato anche della decisione ufficiale della Rai di mandare in onda Reazione a catena più del previsto. Non solo nei mesi estivi, ma il game show si estenderà fino ad ottobre:

“si sono allungate ormai le stagioni. così si è dilatato anche il periodo della messa in onda di reazione a catena. il successo di questo gioco è dovuto alla curiosità, alla ginnastica mentale che fanno i concorrenti. un programma che stuzzica la creatività”