Michael Schumacher, pessime notizie in arrivo: i suoi tifosi tremano

Michael Schumacher, pessime notizie in arrivo: i suoi tifosi tremano. Sta davvero per succedere e nessuno potrà rimediare

Difficile trovate una pista o un posto nel mondo della Formula 1 che non racconti profondamente la vita e la leggende sportiva di Michael Schumacher. Ma alcune hanno il suo marchio impresso, come quella di Montreal che nel weekend riabbraccerà la F1.

Michael Schumacher (ANSA)

Fino ad oggi sono state 50 le edizioni disputate per il Gran Premio del Canada che torna dopo la sospensione dovuta alla pandemia. E la storia dice che un terzo sono state equamente divise in due: ecco perché stanno per arrivare pessime notizie, almeno per chi ha nel cuore Schumi. Il campione tedesco infatti in carriera ha vinto sette volte sul circuito semicittadino canadese. Le stesse di Lewis Hamilton che, almeno sulla carta, non ha moltissime chances di superarlo ma non si può mai sapere.

La vittorie di Shumi sono arrivate con la Benetton nel 1994 e poi con la Ferrari (1997, 1998, 2000, 2002, 2003, 2004). Quelle del britannico invece sono state divise tra McLaren e Mercedes nel 2007, 2010, 2012, 2015, 2016, 2017, 2019. E già che ci siamo incredibilmente Schumacher e Hamilton hanno anche lo stesso numero di pole position, 6 a teste, e anche in questo caso è record.

Michael Schumacher, pessime notizie in arrivo: arriva un attacco frontale inatteso

Ma le pessime notizie per i tifosi di Michael Schumacher e per la sua famiglia non sono finite. Perché questo inizio di stagione è stato decisamente complicato per Mick Schumacher e per la sua Haas. Tanti incidenti, con nessuna conseguenza fisica ma danni ingenti alla monoposto, e nessun punto in classifica.

Così è arrivata la frecciata di Nikita Mazepin, suo compagno di squadra nella passata stagione ed escluso all’inizio di quest’anno dopo lo scoppio della guerra in Ucraina.  Intervistato dall’emittente russa MatchTV, è partito all’attacco: “Le difficoltà di Schumacher? I suoi risultati parlano da soli, direi. Non ho altro da dire su di lui. Per quanto mi riguarda, mi metterò al volante alla prima occasione anche se è improbabile che partecipi a un’altra gara di Formula 1. Dalla Haas nessuno mi ha contattato dopo l’allontanamento e onestamente non so il perché”.

Mick Schumacher
Mick Schumacher (LaPresse)

Ora Mick ha solo un modo per rispondere, già del weekend di Montreal. Ricominciare ad andare forte come aveva fatto in Formula 2 vincendo il Mondiale e dimostrare che non sta lì soltanto per il cognome che porta.