Mascherine, Pregliasco a iNews24: “Vanno usate come gli occhiali da sole dai fragili e chi li assiste”

"La "libertà" si paga con una certa quota di rischio di diffusione. Dobbiamo aspettarci un'onda di risalita estiva un po' più anticipata rispetto alle previsioni", aggiunge il virologo.

Fabrizio Pregliasco - Foto di Ansa Foto
Fabrizio Pregliasco – Foto di Ansa Foto

“La mascherina serviva a difendere le persone, perché sappiamo che i giovani possono essere asintomatici o comunque nella fase di incubazione, e diffondere la malattia. Se tutti la indossano, si riduce la possibilità di diffusione del virus. Dopodiché la scelta è tecnico-politica”. Ai microfoni di iNews24, Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’IRCCS Istituto Ortopedico Galeazzi di Milano.

Durante una riunione tra i ministri della Salute Roberto Speranza e dell’Istruzione Patrizio Bianchi, è stato deciso di eliminare l’obbligo delle mascherine agli esami di fine anno scolastico. Saranno solo fortemente raccomandate. È d’accordo?
È un discorso trito e ritrito. Io dico che la situazione epidemiologica, anche a causa di Omicron 4 e 5, non è delle più piacevoli. Assistiamo a un rialzo dei casi in Germania e in Portogallo, e probabilmente ci sarà anche da noi. La mascherina, in una situazione di affollamento durante gli scritti, avrebbe protetto i ragazzi che poi dovranno svolgere l’orale. Poi agli orali posso capire che venga tolta, perché non ci sono affollamenti. In generale, la mascherina serviva a difendere le persone, perché sappiamo che i giovani possono essere asintomatici o comunque nella fase di incubazione, e diffondere la malattia. Se tutti la indossano, si riduce la possibilità di diffusione del virus. Dopodiché la scelta è tecnico-politica”;

Domani, 15 giugno, terminerà anche l’obbligo di indossare la mascherina nei cinema, teatri, spettacoli al chiuso ed eventi sportivi nei palazzetti, mentre è ancora in corso la discussione sulla possibilità di prorogarlo nei trasporti sia locali che nazionali.
Spero che resterà, almeno fino a settembre, sui mezzi di trasporto e negli ospedali”;

C’è una discussione a parte che riguarda gli aerei, perché l’Italia dovrebbe adeguarsi alle regole Ue di eliminare l’obbligo.
Penso che dovremmo essere un po’ più attenti e la manterrei. Si tratta di trascorrere diverse ore molto vicini. Io continuerò ad usarla in aereo, si tratta di una scelta personale. Ritengo che le mascherine vadano usate con buon senso come gli occhiali da sole, dalle persone fragili e chi le assiste”;

Da un lato c’è lo stop all’obbligo della mascherina, dall’altro l’aumento dei contagi.
L’aumento dei contagi è dovuto a vari fattori. La “libertà” si paga con una certa quota di rischio di diffusione. Dobbiamo aspettarci un’onda di risalita estiva un po’ più anticipata rispetto alle previsioni. Siamo in una fase di transizione verso l’endemia, che non significa fine del problema, ma alti e bassi ciclici e spero che saranno come le onde di un sasso nello stagno, quindi con una tendenza verso l’abbassamento”;

Secondo l’Ecdc le varianti Omicron 4 e 5 diventeranno prevalenti in Europa e dobbiamo aspettarci un aumento dei contagi nelle prossime settimane. È prudente eliminare quasi tutte le restrizioni anti-contagio?
Si tratta di probabilità e percezione. Le persone non indossano più le mascherine. Speriamo che l’aumento dei contagi non sia troppo pesante e che non pesi sugli ospedali. Siamo quasi tutti vaccinati. Non ci sarà una situazione pesante in termini di sanità”.