Ultimo giorno di scuola, Bianchi: “Anno difficilissimo, ma siamo tornati in presenza”

"Quando a settembre abbiamo deciso di aprire le scuole in presenza, abbiamo fatto un patto: garantire la sicurezza di tutti", afferma Bianchi in un'intervista a Sky Tg24.

Studenti festeggiano l'ultimo giorno di scuola a Torino - Foto di Ansa Foto
Studenti festeggiano l’ultimo giorno di scuola a Torino – Foto di Ansa Foto

Si conclude anche quest’anno scolastico, meno travagliato dei due che lo hanno preceduto ma comunque organizzativamente complesso e molto faticoso”. Sono le parole di Antonello Giannelli, presidente dell’Associazione nazionale presidi, in occasione dell’ultimo giorno di scuola.

Poiché temo che qualcuno si stia già dimenticando della scuola, voglio ripetere ancora una volta che essa, grazie all’impegno di tutti, ha retto come poche altre istituzioni l’urto continuativo della pandemia e che di questo dobbiamo essergliene grati”. 

Giannelli aggiunge: “I ringraziamenti ai dirigenti scolastici e al personale tutto non sono mancati ma noi, piuttosto, vorremmo un segnale concreto nella direzione giusta, quella di voler affrontare e risolvere i problemi che ben conosciamo. Purtroppo, la scelta di ridurre dal 4% al 3.5% del Pil la spesa dell’istruzione non è quella che ci saremmo aspettati. Il decisore politico dimostra, ancora una volta, di non voler investire nella scuola che, in definitiva, rappresenta il nostro futuro. Non ci stancheremo di chiedere a gran voce adeguati finanziamenti strutturali per promuovere un cambiamento radicale che coinvolga, solo per fare qualche esempio, l’edilizia, la didattica, la formazione dei docenti e il loro reclutamento”. 

Infine il presidente dell’Anp saluta gli studenti: “Oggi per la maggior parte degli alunni iniziano le tradizionali vacanze estive. A loro va il mio saluto e il mio augurio di riacquistare la massima serenità. Noi, nel frattempo, continueremo a lavorare per accoglierli a settembre nel migliore dei modi”.

Anche il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha fatto un bilancio dell’anno scolastico: “Quando a settembre abbiamo deciso di aprire le scuole in presenza, abbiamo fatto un patto: garantire la sicurezza di tutti. La mascherina è il simbolo di questo patto di vicinanza. Si metta l’accento sul fatto che stiamo dando gli esami in maniera regolare, non che abbiamo la mascherina”, ha affermato in un’intervista a Sky Tg24.