Nigeria, strage in chiesa: almeno 50 morti tra cui donne e bambini

Un commando armato ha fatto irruzione nella chiesa di San Francesco durante la messa della Pentecoste. Il Papa prega per le vittime. L'attacco non è ancora stato rivendicato.

Strage Nigeria, 50 vittime - Foto di Ansa Foto
Strage Nigeria, 50 vittime – Foto di Ansa Foto

Non è ancora stata rivendicata la strage nella chiesa cattolica di San Francesco in Nigeria, durante il quale sono morte 80 persone, tra cui donne e diversi bambini. I sospetti ricadono su gruppi jihadisti attivi nel Nord della Nigeria, a cominciare da Boko Haram. Sui social, utenti nigeriani puntano il dito sui miliziani Fulani. Qui il video. 

Strage in Nigeria: chi sono i miliziani Fulani

Si tratta di un’etnia nomade dell’Africa occidentale, dedita alla pastorizia e al commercio. spesso in lotta con le popolazioni locali per il controllo dei territori, soprattutto contro i cristiani. I miliziani Fulani professano la religione islamica, sono diffusi dalla Mauritiana al Camerun e contano tra i 6 e i 19 milioni di persone.

Le prime ricostruzioni

Testimoni hanno raccontato alla Bbc di aver visto un commando di uomini armati fare irruzione e aprire il fuoco, attraverso l’uso di esplosivi. Inizialmente si era pensato al rapimento di un sacerdote e alcuni fedeli durante la celebrazione della Pentecoste. Successivamente la diocesi di Ondo ha smentito: tutti i preti sono al sicuro, nessuno di loro è stato rapito. La chiesa è situata in una delle aree ritenute più pacifiche nel Paese, nonostante la massiccia presenza di milizie legate all’estremismo islamico.

Uno dei testimoni presenti ha raccontato di aver udito una forte esplosione e gli spari provenire dall’interno della chiesa e di aver visto almeno 5 uomini armati, prima di mettersi in salvo.

È ancora presto per dire con esattezza quante persone siano state uccise. Ma molti fedeli hanno perso la vita e altri sono rimasti feriti nell’attacco”, ha affermato all’agenzia Afp il portavoce della polizia di Stato, Ibukun Odunlami.

Strage in Nigeria, la preghiera del Papa

Il Papa ha appreso dell’attacco alla chiesa di Ondo, in Nigeria, e della morte di decine di fedeli, molti bambini, durante la celebrazione della Pentecoste. Mentre si chiariscono i dettagli dell’accaduto, Papa Francesco prega per le vittime e per il Paese, dolorosamente colpiti in un momento di festa, e affida entrambi al Signore, perché invii il Suo Spirito a consolarli”. Così, in una nota, la Sala Stampa Vaticana.