Meteo, l’anticiclone Scipione entra nel vivo: weekend con temperature estreme

In questo fine settimana avremo un meteo sempre più condizionato dall’anticlone Scipione, che porterà le temperature a valori da record: i dettagli.

Il meteo italiano è sempre più condizionata dall’incessante avanzata dell’anticiclone Scipione. Infatti il flusso di aria calda invaderà la penisola: anche se non mancheranno degli isolati disturbi: andiamo a vedere tutte le previsioni.

Meteo
Come cambia la situazione meteorologica sulla penisola italiana (Via Pixabay)

Tutti gli italiani dovranno prepararsi a vivere un weekend caratterizzato dalla ingombrante presenza di Scipione. Il caldo anticiclone, infatti, arriva direttamente dal Nord Africa e porterà un carico enorme di caldo, lasciando però spazio a qualche insidia temporalesca che comunque colpirà la penisola. Dopo qualche giorno all’insegna di una spiccata instabilità, la situazione è già in fase di cambiamento e ci prepariamo ad entrare nel vivo della seconda ondata di calore dalle caratteristiche pienamente estive, specialmente dopo l’ingresso nel paese di Hannibal.

Quindi il weekend imminente sarà caratterizzato dalla presenza del nuovo flusso di aria calda denominata Scipione. Avremo quindi una stabilità atmosferica piuttosto diffusa, ma come anticipato non mancheranno diversi disturbi. La giornata quindi si aprirà all’insegna bel tempo su tutto il Paese con cieli in prevalenza sereni, anche se non mancheranno delle velature, che disturberanno in diverse regioni italiane. La colonnina di mercurio schizzerà verso l’alto, con temperature che addirittura toccheranno i 40°C. Andiamo quindi a scoprire nel dettaglio cosa accadrà nel corso di questo venerdì.

Meteo, inizia il weekend estremo: temperature da record sull’Italia

Meteo
L’anticiclone arriva sulla penisiola italiana (via Pixabay)

Quello che si sta andando a configurare quindi è un fine di settimana dalle caratteristiche meteo e climatiche contrapposte. Infatti da una parte avremo la massima espansione dell’onda calda sahariana sulle regioni meridionali e insulari e dall’altro l’arrivo di una perturbazione atlantica. Questi disturbi provenienti dall’Atlantico andranno a scontrarsi proprio con l’aria rovente di origine nord-africana. Andiamo quindi a vedere cosa succederà nelle prossime ore sui tre settori principali del paese.

Sulle regioni del Nord Italia avremo nubi sparse e alternate schiarite. I primi disturbi si verificheranno sul Piemonte, dove si abbatteranno dei veri e propri acquazzoni. Nelle ore pomeridiane avremo nuvolosità in aumento con piogge e temporali su Alpi in sconfinamento verso le alte pianure. Le temperature risulteranno stabili, con massime che andranno dai 27 ai 33 gradi.

Mentre invece sulle regioni del Centro Italia avremo bel tempo sin dal mattino. Qui però i cieli saranno offuscati da nubi alte e stratificate. Mentre invece sulle vette dell’Appennino ci saranno più nubi ma senza la presenza di piogge. Le temperature risulteranno in lieve aumento, con massime che oscilleranno dai 31 ai 35 gradi.

Infine sulle regioni del Sud Italia avremo una giornata serena e prevalentemente poco nuvolosa su gran parte delle regioni. Nel corso di questo venerdì avremo solamente qualche nuvola di troppo sull’Appennino durante le ore diurne. Le temperature saranno in ascesa anche qui, con massime che andranno dai 33 ai 36 gradi.