Samuele Bersani sull’autobus. Ed è subito “Spaccacuore”. Chi ha avuto la fortuna di prendere uno degli autobus di ritorno dal concerto di Dario Brunori a Bologna, ha incontrato un passeggero d’eccezione. Il cantante romagnolo tornava anch’egli a casa dopo l’esibizione canora del suo collega e amico. Gli altri passeggeri non hanno tardato a riconoscerlo, nonostante la mascherina ben calcata sul volto. Ed è così che sono partiti i cori che scandivano i suoi successi più celebri: “Spaccacuore” e “Giudizi Universali”.

Brani scritti negli ormai lontani anni ’90, ma che evidentemente sono ben impressi nella memoria dei fan. D’altra parte, lo stesso Bersani è stato – in quel decennio in particolare – e continua ad essere un nome di punta del cantautorato italiano. I brani intonati dai fan, in particolare, sono dell’album “Freak” del 1994 e dell’album “Samuele Bersani” del 1997. Canzoni rese celebri anche dai film di Aldo, Giovanni e Giacomo, di cui sono diventati colonna sonora. Bersani è stato felice dell’omaggio, tanto da postare il video sul suo account Instagram: “Tornare a casa in autobus con dei fan di Brunori Sas dopo essere stato anch’io al suo bellissimo concerto. Fatto. É diventato l’autobus della gita”, ha commentato nelle sue storie social il cantautore romagnolo.