Michael Schumacher, l’ultimo annuncio fa davvero male: mazzata tremenda

Michael Schumacher, l’ultimo annuncio fa davvero male: mazzata tremenda. Tutti i fan si stanno domandando se è davvero giusto

La brutta notizia riguarda il figlio Mick e le difficoltà che sta affrontando al suo secondo anno di Formula 1. La Haas starebbe valutando di non tenerlo anche in futuro.

Michael Schumacher
Michael Schumacher (AnsaFoto)

Non è un momento particolarmente brillante in casa Schumacher. A tenere banco non sono tanto le condizioni di Michael, per cui al momento non ci sono sostanziali novità, ma le disavventure del giovane Mick. Il 23enne, campione del mondo di Formula 2 nel 2020, è al secondo anno di Formula 1 tra le fila della Haas. Lo scorso campionato, con Mazepin al fianco e con una vettura assolutamente non competitiva, i piccoli errori commessi sono finiti in secondo piano, giustificati anche da una sostanziale e sacrosanta inesperienza. Quest’anno le cose sono cambiate. Innanzitutto il balzo in avanti della scuderia americana dal punto di vista tecnico (grazie soprattutto alla Ferrari) è stato evidente. In seconda battuta c’è un compagno di box decisamente più competitivo come Magnussen. Nonostante fosse assente dal paddock di F1 da un paio d’anni, il danese si è ripresentato subito nel migliore dei modi, in grado di arrivare sovente a punti nei primi dieci.

Michael Schumacher, il figlio Mick è con le spalle al muro: addio imminente alla Haas?

Mick Schumacher
Mick Schumacher (AnsaFoto)

Montecarlo è stato un week end da dimenticare per la Haas. Magnussen ha accusato problemi meccanici e si è dovuto ritirare, mentre Schumacher è stato vittima di un pauroso incidente dopo metà gara da cui è uscito fortunatamente illeso. La sua vettura si è spezzata letteralmente in due dopo “Le Piscine” facendo temere il peggio. Questo per il figlio d’arte è il secondo grave incidente di questa stagione, dopo quello in Qualifica a Jeddah. Due jolly pescati che hanno fatto però riflettere sul suo futuro nella classe regina. Il team principal del team americano, Gunther Steiner, dopo Monaco è stato chiaro: “Con Mick abbiamo ovviamente visto cosa è successo. Non è bello avere di nuovo un grave incidente. Dobbiamo vedere come andremo avanti d’ora in poi”. Le voci sempre più insistenti nel paddock parlano di un probabile addio a fine stagione. Il problema per la Ferrari, che punta a lungo termine su di lui, è trovare a questo punto un altro team che vuole dargli una chance di gareggiare nel Circus. La strada per l’erede del Kaiser è tutta in salita.