Katia Ricciarelli e Pippo Baudo: tutta la verità sulla loro rottura

Un matrimonio durato tanti anni e naufragato per motivi finora ignoti: la verità sulla rottura del rapporto tra Katia Ricciarelli e Pippo Baudo

La soprano ed il conduttore sono stati una grande coppia che ha fatto sognare il mondo dello spettacolo italiano per la loro affinità e complicità, ma anche gli amori più belli finiscono e soltanto ora ne hanno svelato il vero motivo.

Pippo Baudo e Katia Ricciarelli
La coppia di sposi con Renzo Arbore (@ANSA)

Un matrimonio celebrato il 18 gennaio 1986, giorno del compleanno della sposa, e naufragato nel 2004 con il divorzio arrivato ben tre anni dopo, ma Katia Ricciarelli e Pippo Baudo sono stata una delle coppie più amate del mondo dello spettacolo italiano e la loro rottura è stata molto difficile da digerire dai loro fan all’epoca.

È lei stessa a Rai Radio 2 nel programma dei Lunatici a raccontare la bellezza della loro storia: “È stato un matrimonio felice, ci siamo incontrati perché qualche volta andavo ospite da lui. C’era solo il buongiorno e buonasera. Io dicevo, ecco è finalmente arrivato l’uomo della vita. Avevo 40 anni quando ci siamo sposati, lui 50. Eravamo affiatati, lui amava il mio mondo, io rispettavo il suo”.

Katia Ricciarelli e Pippo Baudo, cos’è andato storto nel matrimonio perfetto?

Katia Ricciarelli e Pippo Baudo
(@ANSA)

Incalzata da Roberto Arduini e Andrea Di Ciancio, Katia Ricciarelli ha provato a spiegare cos’è che non è funzionato in quel rapporto che apparentemente era idilliaco con Pippo Baudo: “Forse la mancanza di dialogo perché io ero spesso fuori mentre lui aveva il suo lavoro in Italia, ha portato a venire a mancare il dialogo, che secondo me non va mai dimenticato. Lo consiglio a tutte le coppie: non dimenticatevi mai di parlare, di litigare anche, ma non chiudetevi mai in voi stessi. Questo ci ha fatto del male, per questo ci siamo separati”.

Come giustamente ha ricordato la soprano, la coppia non ha mai avuto figli, pertanto lasciarsi è stato più semplice perché non c’erano terzi di mezzo: “Ci vuole coraggio a lasciarsi. Per fortuna nel nostro caso non avevamo figli, ma è difficile interrompere una relazione di diciotto anni come la nostra. Però la ragione deve avere la meglio”.