Pisa, cade dalle scale e si taglia con un vaso di vetro: muore bambino di 3 anni

Il bambino e la sua famiglia erano giunti in vacanza dalla Germania. Ai carabinieri i genitori hanno raccontato che il piccolo sarebbe uscito di nascosto dal lettino in cui stava dormendo.

Carabnibieri (generica) - Foto di Ansa Foto
Carabinieri (generica) – Foto di Ansa Foto

Un bambino tedesco di tre anni e mezzo è morto dissanguato dopo essere caduto dalle scale di un agriturismo a Peccioli, in provincia di Pisa. Stando alle prime ricostruzioni, sarebbe caduto dalle scale e avrebbe urtato il mento contro un vaso di vetro che si è rotto provocandogli un taglio mortale, forse alla gola.

Nulla hanno potuto i soccorsi, nonostante siano arrivati tempestivamente. Sul posto, anche un’automedica da Peccioli e della Misericordia di Terricciola. Le condizioni del bambino sono apparse subito gravi. Il medico intervenuto ha chiesto l’intervento dell’elisoccorso Pegaso 2, per il trasporto al Meyer di Firenze. Ma una volta arrivato a Peccioli, l’elicottero non è più ripartito.

Si indaga sulla dinamica della tragedia

Sono intervenuti anche i carabinieri della stazione locale che hanno svolto le indagini di rito ed informato l’autorità giudiziaria. Sul posto anche il magistrato di turno Miriam Pamela Romano. Le stanze e i luoghi dov’è avvenuto l’incidente sono stati sequestrati per permettere lo svolgimento delle indagini. Sono stati ascoltati i genitori che per primi sono intervenuti prestando soccorso al piccolo e allertando il 118.

Stando alle prime ricostruzioni, il bambino e la sua famiglia erano giunti in vacanza dalla Germania. Ai carabinieri i genitori hanno raccontato che il piccolo sarebbe uscito di nascosto dal lettino in cui stava dormendo, dirigendosi verso le scale della casa dell’agriturismo dove alloggiavano, forse per giocare. Da qui sarebbe caduto dalle scale, finendo contro il vaso posizionato lungo la scalinata.

I genitori sono usciti dall’appartamento dopo aver sentito il figlioletto lamentarsi e lo hanno trovato in condizioni molto gravi.