Trappola per i possessori di Postepay: così possono prosciugarvi il conto

Avviso essenziale per coloro che hanno un conto alle Poste ed utilizzano la nota carda per pagare e ritirare contante: attenzione alla frode

Moltissimi italiani, da quando le Poste hanno introdotto tale innovazione, hanno deciso di aprire un conto finanziario presso la struttura statale. Senza doversi affidare a banche e casse di risparmio articolate, Poste Italiane ha dato una soluzione più rapida ed efficiente.

postepay
Il loro di Postepay (Ansa Foto)

Numerosi dunque i possessori della nota Postepay, il servizio di home banking che si sfrutta tramite l’ormai celebre carta di credito gialla, ovviamente ricaricabile in poche semplici mosse e collegata al proprio conto alle Poste.

Nonostante si tratti di un servizio fruibile per tutti, anche per coloro che hanno pochi risparmi da preservare, Postepay è vittima in questi giorni di una manovra di truffa che potrebbe letteralmente rovinarvi.

Truffa Postepay: il messaggio da evitare e da segnalare

Sta circolando un messaggio fittizio ma molto realistico, sia sulle e-mail che come SMS. Si tratta del più classico tentativo di phishing, ovvero una comunicazione standard e veritiera che cerca di far abboccare gli utenti per estorcere indirettamente informazioni e dati personali.

Nel caso di Postepay si tratterebbe di una comunicazione che circola da giorni, già intercettata dalle autorità competenti ma che potrebbe comunque arrivare sui vostri dispositivi e mettervi in crisi.

Il prototipo del messaggio phishing sarebbe il seguente: “Movimento in entrata sul tuo conto Postepay. Clicca qui per i dettagli”Segue un link che vi indirizzerà verso un percorso decisamente sgradevole e truffaldino.

In pratica accedendo al sito di riferimento si finisce in un’area riservata dove vi verrà chiesto di inserire i vostri dati relativi al conto Poste e le credenziali. Ecco dunque che i truffatori informatici aderiranno automaticamente ai dati personali, così da poter gestire senza blocchi o problemi il vostro denaro.

Una truffa bella e buona, che rischia di prosciugare il vostro conto, piccolo o numeroso che sia. L’home banking sarebbe così a rischio totale. Il consiglio è sempre lo stesso: evitate di netto questo tipo di messaggi oppure segnalatelo direttamente alle Poste o alle autorità competenti. Di phishing di questo genere purtroppo ne circolano a palate.